Covid, Agenas: in calol'occupazione delle terapie intensive, ora stabili al 7%

Reparti ordinari pieni al 16% Un anno fa superavano il 30%

Migliora la situazione dei reparti Covid in Italia. Secondo i dati forniti dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) è sceso al 16% (-1% in 24 ore) la percentuale di posti letto in area non critica occupati da pazienti colpiti dal virus. Un importante passo in avanti se si considera che esattamente un anno fa questo dato raggiungeva il 30%.

L’occupazione delle terapie intensive è invece ferma al 7%, a fronte del 25% che si registrava lo scorso anno. A superare la soglia di allerta di occupazione in questi reparti, stabilita pari 10%, sono solamente Sardegna e Lazio. Nel dettaglio, attualmente, la percentuale di posti letto in terapia intensiva occupati da pazienti con Covid cresce in Abruzzo (9%), Basilicata (4%) e Puglia (7%), mentre cala in 6 regioni e province autonome.

Paolo Consolini

Mi chiamo Paolo Consolini e sono nato il 1 marzo 1998 a Roma. Sono laureato in Scienze della Comunicazione presso l’Università LUMSA. Seguo con passione lo sport, in particolare il calcio estero.