L’Espresso cambia direzione: Luigi Vicinanza succede a Bruno Manfellotto

vicinanza_640Ufficializzato ieri il cambio ai vertici della redazione di L’Espresso, dopo le indiscrezioni uscite nei giorni scorsi: Luigi Vicinanza sostituisce Bruno Manfellotto, come annunciato ieri in una conferenza stampa dal presidente Carlo de Benedetti e l’amministratore delegato Monica Monardini.
Vicinanza, già direttore editoriale dei giornali locali del gruppo Espresso e vincitore del premio “direttore dell’anno” nel 2009, è chiamato all’innovazione “andando avanti con i costi ridotti il più possibile”.
Dura la reazione da parte dell’assemblea dei giornalisti: in una nota fanno sapere che il consiglio di amministrazione ha deciso di “cambiare direttore ma non direzione”. Il settimanale è appena uscito da uno stato di crisi che ha portato al prepensionamento di 12 giornalisti, “mandati a casa con la promessa che fosse un sacrificio utile per il rilancio della rivista, rilancio che non è mai avvenuto”, scrivono. “L’azienda propone la solita minestra: tagli, tagli e ancora tagli”. Difficile il compito affidato a Vicinanza, quindi.
Manfellotto da parte sua ha fatto sapere di “ritenere concluso il suo mandato, dopo aver portato a termine una fase di risanamento, come richiesto dall’editore”.

Nicola Stacchietti

Nicola Maria Stacchietti

Nato a Jesi il 12 Aprile 1987, si è laureato in Filologia Moderna alla Sapienza con 110 e lode. Ha frequentato il corso “Professione Reporter” riconosciuto dalla Provincia di Roma, propedeutico alla sua prima esperienza giornalistica con il “Corriere Laziale” dove scrive di sport da febbraio del 2013. Attualmente frequenta il Master in Giornalismo della Lumsa (riconosciuto dall’Ordine dei giornalisti).