Federico De Raho verso la nominaa Procuratore Antimafia

Con 5 voti a favore supera Scarpinato Ora il parere del Ministro Orlando

Il capo della procura di Reggio Calabria, Federico Cafiero De Raho, sarà quasi sicuramente il nuovo procuratore nazionale Antimafia. Questo il risultato dopo la votazione del Consiglio Superiore di Magistratura, dove De Raho ha ottenuto una larga maggioranza. Il procuratore di Palermo Roberto Scarpinato invece ha ottenuto un solo voto, quello di Piergiorgio Morosini, appartenente al gruppo Area.

I voti ottenuti da De Raho sono quelli dei consiglieri di Unicost Francesco Cananzi e Massimo Forciniti, la laica di centrosinistra Paola Balducci, il togato di Magistratura indipendente Luca Forteleoni e il laico di centrodestra Pierantonio Zanettin. Ora dovranno essere depositate le motivazioni delle due proposte di candidatura sulle quali il Ministro della Giustizia Andrea Orlando dovrà esprimere il proprio parere.

La nomina  ufficiale del nuovo procuratore antimafia da parte del Csm avverrà probabilmente tra un mese, prima che il 16 novembre lasci la magistratura per andare in pensione l’attuale titolare dell’incarico Franco Roberti.

Giulia Torlone

Aquilana di nascita, si è laureata in Italianistica e vive a Firenze. Ha lavorato nel settore della cooperazione internazionale occupandosi di ufficio stampa. Redattrice su temi di diritto alla cittadinanza e giustizia sociale, ha concentrato il suo lavoro sui Paesi del bacino del Mediterraneo.