Funerali dell’alpino ucciso, applausi alla salma. Il caporalmaggiore Tiziano Chierotti era stato colpito in un attentato giovedì in Afghanistan

 Ieri alle 16 si sono celebrati i funerali di stato del caporalmaggiore Tiziano Chierotti, il cui feretro è stato portato a spalla dai commilitoni nella Basilica di Santa Maria degli Angeli a Roma. La salma dell’Alpino, ucciso giovedì scorso in Afghanistan dopo un attacco arrecato alla sua pattuglia che ha ferito altri tre colleghi, è rientrata nella mattinata di ieri in Italia. L’aereo, un C130 dell’Aeronautica Militare è atterrato all’aeroporto militare di Ciampino a Roma alle 9,58 ed è stato salutato con gli onori militari.
La famiglia e le autorità. La mamma del militare, Gianna, non era presente all’aeroporto ad accogliere la salma del figlio. A quanto si è appreso non se l’è sentita ed è rimasta nella foresteria Pio Nono a Castro Pretorio, dove è stata ospitata la scorsa notte con gli altri familiari. Oltre ai familiari, ad accogliere la salma di Chierotti all’aeroporto ci sono il presidente della Camera, Gianfranco Fini, con il ministro della Difesa, Giampaolo Di Paola. Alle esequie si è unito anche il presidente del Consiglio, Mario Monti, che ha partecipato ai funerali sedendo accanto al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Dopo il funerale di Stato a Roma ieri pomeriggio, una seconda camera ardente è stata allestita a villa Boselli a Taggia (IM), il paese dove risiedeva, e oggi si svolgerà una seconda cerimonia funebre; il sindaco Vincenzo Genduso ha proclamato due giorni di lutto cittadino.