In calo le borse asiaticheTokyo ha chiuso con -1,98%Sulla parità Shanghai

Effetti negativi con diffusione epidemia Goldman Sachs: "Rischio ulteriori cali"

Effetti pesanti dell’epidemia da Covid19 anche il campo finanziario. Stamane le borse asiatiche registrano ancora ingenti difficoltà. Una delle possibili cause del calo, Tokyo che ha chiuso a -1,98% e Taiwan -1,24%, potrebbero essere le parole di allarme del ministro della Salute statunitense Alex Azar secondo il quale ci potrà essere “un aumento dei casi di coronavirus negli Stati Uniti”.

Segno meno anche per Hong Kong (-0,69%) e Mumbai (-0,99%), Shanghai invece viaggia intorno alla parità (+0,08%).

L’ennesimo calo del greggio che ha toccato a New York i 438,73 dollari al barile (-2,3%), il minimo dal gennaio del 2019, sta pesando sui vari listini, colpendo in particolare i titoli del settore, con l’indice Etf Energy in calo dell’11% negli ultimi 3 giorni e del 20% da inizio anno.

Secondo Brian Singer di Goldman Sachs, “se il Coronavirus si allarga ulteriormente a livello globale, ci aspettiamo il rischio di ulteriori cali dei mercati”. Sul piano dei trasporti intercontinentali invece, oggi la United Airlines, ha sospeso i voli tra gli Usa e la Cina e ha visto crollare del 75% quelli verso altre rotte transoceaniche.

C’è attesa infine per le aste di Buoni del Tesoro e per i dati Istat che, a breve dovrebbero essere diffusi, sulla fiducia dei consumatori e sulle condizioni economiche di famiglie e imprese.

Matteo Petri

Giovane studente appassionato di giornalismo, filosofia e musica. Nato nella provincia toscana di Lucca nel 1995, diplomato allo scientifico e laureato in filosofia a Pisa nel 2017. Compulsivamente curioso di natura, assillatore di domande professionista. Vespista, nonché bassista nel tempo libero.