Roma più inquinatadopo maxi-incendioalti livelli di diossina

Dopo il rogo dell'impianto dei rifiuti L'Arpa: polveri nocive per salute

Dopo il maxi-incendio dell’impianto Tmb di via Salaria, l’aria a Roma è più inquinata. Gli ultimi dati dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Regione Lazio (Arpa) hanno rivelato l’aumento dell’inquinamento atmosferico nei pressi di Villa Ada. Un alto livello di microinquinanti nocivi per la salute, come la diossina, inoltre, è stato misurato in una centralina a 50 metri dall’impianto a fuoco.

Il direttore generale dell’Arpa Lazio, Marco Lupo, spiega che per le diossine “il valore rivelato è sette volte superiore al limite fissato dall’Oms per le aree urbane”. Secondo il dirigente, tuttavia, i dati presentano numeri elevati poiché sono misurati nei pressi dell’incendio.

Per arginare il problema, in particolare quello causato da polveri sottili, il Campidoglio ha disposto per oggi lo stop alla circolazione dei veicoli più inquinanti.
In questo momento la Sindaca Virginia Raggi è al lavoro per la gestione dei rifiuti che verranno trasferiti a Viterbo, ad Aprilia e a Rocca Cencia.

Camilla Canale

Cresciuta tra Roma e Milano ma adottata dal Kenya. Ha studiato Filosofia e Scienze Politiche e si è appassionata ad entrambe. Ricercatrice, surfista, videomaker e umorista di professione. La sua ambizione è di rendere la cultura accessibile universalmente. L’informazione e la verità sono i suoi strumenti.