Istat, calano gli occupatiin un mese -80 mila unitàl'85% sono donne

+430 mila posti rispetto a gennaio 2021 Numeri però inferiori al pre-pandemia

Ad agosto gli occupati si sono ridotti di 80mila unità, l’85% delle quali donne, ma crescono di 162mila unità su agosto 2020. Lo rivela l’Istat secondo cui ad agosto gli occupati in meno ammontano a 68.000 donne e 11.000 uomini. Nonostante il calo del numero degli occupati per il secondo mese consecutivo, la forte crescita registrata nei cinque mesi precedenti ha però determinato, rispetto a gennaio 2021, un saldo positivo di oltre 430 mila occupati (+420 mila dipendenti).

In termini percentuali il tasso di occupazione ad agosto è al 58,1%, in calo di 0,2 punti su luglio e in aumento di 0,8 punti su agosto 2020, mentre il tasso di disoccupazione è al 9,3%, stabile su luglio e in calo di 0,7 punti su agosto 2020.

Rispetto ai livelli pre-pandemia (febbraio 2020) il numero di occupati è inferiore nel complesso di oltre 390mila unità. Il tasso di occupazione e quello di disoccupazione sono più bassi di 0,6 e 0,4 punti rispettivamente, ma il tasso di inattività è superiore di un punto.

 

Andrea Persili

Classe 1990, laurea in Giurisprudenza e tante passioni: dalla politica alla letteratura, dalla storia alla filosofia. Ho fatto da relatore in seminari sul diritto di cittadinanza. Ho scritto di caporalato e mobbing. Ed alla fine ho scoperto che il giornalismo è la mia vera passione: la curiosità di indagare in territori inesplorati e di dare voce a chi non può farlo.