Manovra, l'ipotesi ecotassapotrebbe far salire il costodelle Fiat tra il 2 e il 6 %

Tra le ipotesi della legge di bilancio la proroga del bonus per i diciottenni

L’ecotassa ipotizzata dal governo nella legge di bilancio e inserita con un emendamento in commissione Bilancio prevede una serie di modifiche sui prezzi per l’acquisto di nuovi mezzi in base alla capacità di inquinamento. Questo sistema di “bonus-malus” prevede un’imposta progressiva sull’acquisto delle vetture che producono più di 110 grammi di CO2 al chilometro, mentre fornisce un incentivo per gli acquirenti di macchine che emettono da zero a 90 g/km di CO2.

Preoccupate le case automobilistiche per i possibili effetti della misura. La ecotassa sulle nuove immatricolazione di auto prevista in manovra potrebbe fare crescere i prezzi dei modelli Fca del 2-6%. La stima in un report di Mediobanca. “Secondo il nostro calcolo, la maggior parte dei modelli Fca venduti in Italia sarebbero impattati da questa legge con un aumento dei prezzi che può variare in media tra il 2% e il 6%”. Il nuovo sistema di tasse ed incentivi basato sui livelli di emissioni di C02 “avrebbe probabilmente l’effetto di rallentare l’andamento delle vendite in Italia”.

Nella manovra sono previste nuove misure per le famiglie. Oltre alla modifica al congedo di maternità, ci sarebbe la proroga della carta acquisti per i diciottenni. Sarà concessa solo a chi ha un indice Isee relativamente basso. Molte polemiche in merito all’emendamento della Lega che esclude gli extracomunitari da questo beneficio. Discussioni anche intorno alla bocciatura di un emendamento che stanziava dei fondi a favore degli orfani delle vittime di femminicidio. Inoltre si registra l’aumento del bonus per l’iscrizione agli asili nido pubblici o privati da 1000 a 1500 euro.

Nuove norme anche nell’ambito sanità: confermato lo svincolo del miliardo aggiuntivo per il Fondo sanitario nazionale entro il 2019, mentre è previsto lo slittamento del termine per la sottoscrizione del Patto per la salute dal 31 gennaio al 31 marzo 2019.

Tra le novità della Legge di Bilancio anche la proroga degli incentivi per la formazione dell’industria 4.0 e la conferma del raddoppio della deduzione IMU sui capannoni. Previste inoltre un’accisa ridotta per i birrifici artigianali e la promulgazione di nuove norme che consentiranno ai Comuni di controllare gli orari di funzionamento delle slot machine. Aumenta a 40 milioni di euro il fondo per il finanziamento delle Università.

Tommaso Franchi

Tommaso Franchi, nato a Roma il 30/07/1994. Diplomato al liceo classico Virgilio nel 2013. Dottore in Giurisprudenza con laurea conseguita presso l’Università degli studi Roma Tre nel 2018. Collaborazioni con la testata giornalistica Roma Daily News. Dal 2018 iscritto al Master in Giornalismo LUMSA.