Una veduta del Parco Verde di Caivano, in provincia di Napoli / Foto Ansa

Maxi blitz al Parco Verde di Caivano con oltre 400 agenti impegnati

Sequestrati anche proiettili da guerra Stretta su criminalità minorile in Cdm

NAPOLI – Una vasta operazione di carabinieri, polizia e Guardia di Finanza è stata condotta questa mattina, a partire dalle prime luci dell’alba, nel quartiere Parco Verde di Caivano in provincia di Napoli. Oltre quattrocento uomini sono intervenuti in un’operazione definita “ad alto impatto”, impegnati, con l’aiuto di diversi reparti specializzati, in perquisizioni e identificazioni di persone e veicoli sospetti. 

Nel corso del blitz interforze sono stati sequestrati 45mila euro ritrovati in una busta e suddivisi in pacchetti, ritenuti frutto di attività illecite, una molotov, un ordigno esplosivo improvvisato (led), 150 proiettili per kalashnikov e due armi sceniche. I carabinieri hanno anche sequestrato un appartamento adibito a piazza di spaccio con materiale di confezionamento per la droga. 

Il Cdm studia un Daspo per i minori nelle zone a rischio

Stretta del governo sul pacchetto sicurezza che potrebbe andare all’esame del Consiglio dei ministri di giovedì prossimo. Nuove misure contro la criminalità minorile: si va dalla possibilità di disporre un Daspo da determinate aree ai minori tra 14 e 18 anni, all’avviso orale del questore per la stessa fascia d’età che prevede la convocazione del minore in questura con l’invito a mantenere una condotta conforme alla legge, fino al contrasto della diffusione delle armi da fuoco.

Si punta inoltre ad una stretta sulla diffusione delle armi anche tra i ragazzi. Previsto l’arresto in flagranza per reati legati al mancato porto d’armi o al loro possesso. Dovrebbero poi essere introdotte pene più severe per chi aggredisce le forze dell’ordine e la facilitazione dell’espulsione per i migranti irregolari che hanno commesso crimini. Sul tema dei minori Eugenia Roccella, ministra della Famiglia, ha proposto anche il divieto di accesso ai siti pornografici attraverso la certificazione dell’età. Allo studio ora la fattibilità tecnica della misura. 

Rosario Federico

Nato a Napoli il 20 giugno 1998. Laureato in Scienze della Comunicazione, Informazione e Marketing alla LUMSA. Master di I livello in Radiofonia all'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli. Appassionato di Cinema e Serie Tv.