Modena, si getta dal palazzocon il nipotino di 5 anniIpotesi di omicidio-suicidio

Procura:"Non risulta che fosse depressa" La madre: "Sapevo che finiva così"

“Lo sapevo che finiva così. Me lo ero immaginata un miliardo di volte”. Sono le grida strazianti della madre del piccolo Giacomo, dopo aver scoperto che la sorella sia era lanciata insieme a suo figlio dal decimo piano del palazzo dove abitava.

SIlvia Pellacani, 47 anni, e il bambino, di 5 anni, hanno perso la vita sul colpo dopo il volo dal palazzo che si trova nella zona residenziale di Modena. La procura ritiene che si tratti di un “omicidio-suicidio”. Dalle indagini fatte non emergono patologie nella donna: “Nulla ci induce a pensare a condizioni precarie di salute”, ha dichiarato il procuratore Lucia Musti, “né risultano problemi psichici o che fosse in cura”.

I carabinieri che sono arrivati sul posto hanno trovato l’alloggio in ordine, nessun segno di violenza o di effrazione, nessun biglietto o lettera che spieghi un gesto del genere. La scientifica ha continuato per tutta la notte a fare rilievi che, almeno per ora, appaiono destinati ad aggiungere poco.

Alessandro Rosi

Il basket lo appassiona mentre la scrittura lo emoziona. Nato a Roma nel 1989, intraprende la carriera giuridica fino ad ottenere l’abilitazione alla professione forense, ma nel frattempo viene stregato dal mondo del giornalismo. Come dice John Lennon: “La vita è ciò che ti succede mentre stai facendo altri progetti”.