‘Ndrangheta, traffico droga
tra Colombia e Italia
34 tra arrestati e indagati

Blitz della Polizia in Calabria con l'operazione "Buena Ventura"

Scoperto e smantellato un importante traffico internazionale di sostanze stupefacenti. Con l’operazione “Buena Ventura”, Il servizio Centrale operativo della Squadra Mobile di Reggio Calabria, coordinato dalla Dda, è riuscito a bloccare l’importazione di 35 kg di cocaina dalla Colombia. La droga sarebbe dovuta arrivare nelle mani delle famiglie Morabito, Bruzzaniti e Palamara. Componenti di questi clan sono ritenuti essere capi della ‘ndrina operante tra Bova Marina, Bianco, Africo e Platì. Gli arresti sono stati 19, mentre 25 sono gli indagati. Tra questi un sudamericano accusato di aver condotto le trattative tra i narcos e la ‘Ndrangheta.

Il trasporto della droga sarebbe avvenuto in alcuni casi nascondendola in container di frutta e pesce surgelato. Apposite società operanti nel commercio di tali merci le avrebbero fatte arrivare nel porto di Gioia Tauro. Per coprire il traffico di stupefacenti era già pronto nella Locride un negozio per la rivendita della frutta e del pesce. In altri casi si prevedeva di fare arrivare la cocaina per via aerea. In questo caso specifici corrieri avrebbero viaggiato con valigie fino ad uno scalo aereo del Centro-Nord Italia. Lì sarebbero riusciti a passare i controlli grazie alla complicità di un finanziere e ad un vigilante. Costoro fanno parte degli indagati. Il canale tra Bogotà e la Calabria era comunque composto di vari passaggi intermedi, identificati dagli inquirenti in Perù, Repubblica Dominicana e Spagna. Proprio all’aeroporto Barajas di Madrid sono state condotte alcune delle operazioni di polizia che hanno portato alla scoperta dei reati.

Gli investigatori, durante una conferenza stampa, hanno spiegato che quanto avvenuto dimostra come la ‘ndrangheta sia in prima fila nel traffico di stupefacenti in Italia. Di recente infatti ci sono state altre tre operazioni di polizia che hanno mostrato gli stretti rapporti tra le ‘ndrine e gli spacciatori internazionali. In quelle denominate New Bridge e Columbus I furono scoperti traffici tra Calabria e Stati Uniti. Mentre nell’inchiesta Columbus II fu disarticolata una rete di spaccio che aveva base in Costa Rica e coinvolgeva ancora i narcos colombiani con la ‘ndrangheta.

Christian Dalenz

Nato a Roma il 30/10/85. Laureato all’Università La Sapienza (Roma) in Relazioni Economiche Internazionali nel 2011 e in Analisi Economica delle Istituzioni Internazionali nel 2014, e in Economic Policy alla Facoltà di Arti e Scienze Sociali dell’Università di Kingston (Londra) nel 2016. Scrive articoli di politica, economia, cinema e musica per varie testate, tra cui Lumsanews, Forexinfo e Slowcult. Facebook: https://www.facebook.com/articolidalenz