Olio di semi spacciatoper extravergine d'olivaArresti in Toscana e Puglia

Nell'inchiesta ci sono anche 10 indagati accusati di riciclaggio e ricettazione

Olio di semi reso simile all’olio extravergine di oliva con l’aggiunta di varie sostanze, tra le quali il betacarotene. Si tratta della maxi frode, che avveniva tra Toscana e Puglia, scoperta dal Nas di Firenze.
L’operazione delle forze dell’ordine ha portato all’arresto di due persone, rispettivamente a Cerignola, in provincia di Foggia, e a Montespertoli, località vicino Firenze.
Le accuse sono quelle di riciclaggio e di ricettazione di ingenti quantità di olio di semi.
Nei confronti di altri due soggetti è stato notificato il divieto di esercitare l’attività imprenditoriale per sei mesi. In questo momento risultano altri 10 indagati in diverse località della Puglia e della Toscana.
In totale è stato documentato un flusso di 50 tonnellate di olio sofisticato di cui sono state sequestrate 16 tonnellate per impedirne la commercializzazione.

Tommaso Franchi

Tommaso Franchi, nato a Roma il 30/07/1994. Diplomato al liceo classico Virgilio nel 2013. Dottore in Giurisprudenza con laurea conseguita presso l’Università degli studi Roma Tre nel 2018. Collaborazioni con la testata giornalistica Roma Daily News. Dal 2018 iscritto al Master in Giornalismo LUMSA.