Ostia, apriranno cinque nuovi varchi di accesso al mare. Stamattina accordo raggiunto tra balneatori e Campidoglio

ostia-chioschi

La spiaggia di Ostia avrà entro le prossime ore cinque varchi d’accesso al mare. Dopo l’ incontro di questa mattina tra Assobalneari e l’assessore alla legalità del Comune di Roma con delega sul litorale di Ostia, Alfonsio Sabella, è stato raggiunto un accordo politico con l’associazione e che autorizza i balneatori ad aprire, in modo del tutto autonomo, cinque varchi d’accesso al mare.

Prosegue così il dialogo tra Campidoglio e gestori del litorale romano, alla vigilia di una stagione che si prospetta particolarmente rovente, almeno dal punto di vista della riqualifica e del restyling, tra varchi da abbattere o ricostruire, demolizioni da effettuare, macerie da rimuovere e, per ultima, la ricerca di un commissario da mettere a capo del X municipio.

«La nostra associazione – annunciano dall’ufficio stampa di Assobalneari – ha già progettato due piani di restyling e abbattimento dei muri che coprono la visuale sul mare per gli stabilimenti “Elmi” e “Lido”, ma siamo in attesa del piano Pua, il piano di Utilizzazione degli Arenili, per la riorganizzazione dell’offerta». E mentre i gestori degli stabilimenti di Ostia restano in attesa delle prossime mosse, il sindaco Marino ha già messo in moto la macchina che porterà alla scelta di un delegato per il X municipio, a un mese dalle dimissioni del mini sindaco, Andrea Tassone e dopo la paralisi che la gestione diretta del primo cittadino ha comportato soprattutto negli ultimi giorni.

Intanto sulla spiaggia di Castelporziano le macerie depositate dalle ruspe in seguito all’abbattimento dei chioschi abusivi e delle terrazze sul mare da parte del Comune, ha ostacolato il passeggio domenicale di centinaia di persone che hanno approfittato del sole e delle demolizioni annunciate per raggiungere il litorale romano.

Samantha De Martin

Samantha De Martin

È nata a Reggio Calabria. Dopo aver conseguito la maturità classica si è laureata in Scienze Umanistiche. Specializzata in Linguistica, ha maturato la passione per il giornalismo grazie ad uno stage nella redazione della rivista “Progress” scrivendo di cultura e viaggi. Ha collaborato con il quotidiano “Cinque giorni” occupandosi della cronaca di Roma. Nel 2008 la passione per la scrittura l’ha condotta alla pubblicazione del romanzo “Pantarei”, vincitore dei premi “Anassilaos” e “Calarco”.