Ostia, "regali" e mazzettearrestati due imprenditori e un dirigente pubblico

In un video la consegna della tangente durante l'incontro in ufficio

Tre arresti ad Ostia per corruzione, abuso d’ufficio, falso ideologico e millantato credito. Sono i capi di imputazione per cui Franco Nocera, ex responsabile presso l’Ufficio tecnico dell’edilizia privata del X Municipio, e gli imprenditori Stefano Polverini e Valerio Biancardi, sono stati arrestati questa mattina dalla Squadra Mobile di Roma e del Commissariato del Lido.

Da circa un anno le forze di Polizia erano impegnate in operazioni di indagine nell’ambito dell’inchiesta “Regali di cemento”, coordinata dalla Procura di Roma, su un giro di autorizzazioni non regolari che sarebbero state rilasciate a studi medici, dentistici e di altri professionisti. Dalle prove video acquisite, secondo gli inquirenti emerge che gli imprenditori avrebbero pagato le tangenti per essere favoriti nell’iter delle pratiche presentate presso l’ufficio tecnico guidato proprio da Nocera.

Nel verbale della Polizia si legge infatti che “presso l’ufficio di Franco Nocera è stato videoregistrato l’incontro con l’imprenditore Stefano Polverini durante il quale quest’ultimo, favorito nell’iter delle pratiche presentate presso l’ufficio tecnico del X Municipio diretto dal funzionario pubblico, ha consegnato una somma di denaro a titolo di parziale corrispettivo per la sua corruzione”.

Il funzionario capitolino di 53 anni svolgeva dal 2011 l’incarico di ispettore urbanistico di edilizia privata, vigilando sull’attività edilizia svolta nel territorio del Municipio mediante il rilascio di permessi.  L’ex dirigente era rimasto in capo all’ufficio anche durante il Commissariamento Straordinario del parlamentino di Ostia fino allo scorso febbraio, quando la direttrice del Decimo Municipio Cinzia Esposito ne ha richiesto e ottenuto il trasferimento.

Gli agenti della Squadra Mobile e del Commissariato di Ostia stanno eseguendo l’ordinanza di applicazione degli arresti domiciliari nei confronti dei tre imputati, oltre alle perquisizioni. Le indagini intanto proseguono su un altro filone dell’inchiesta, riguardante altri permessi facili su attività imprenditoriali tra Acilia e Ostia.

 

Massimiliano Venturini

Collabora dal 2006 con Radio Popolare Verona come conduttore di Impulse Jazz. In parallelo studia le potenzialità del mezzo radiofonico ideando e conducendo Rumori D’Ambiente e Linea di Confine. Nel 2016 entra a far parte della redazione giornalistica per la stessa emittente.