Esplosione e fiammein una palazzina a RomaTre i feriti accertati

I pompieri hanno evacuato lo stabile La possibile causa: una fuga di gas

Una palazzina alla periferia di Roma in zona Tor Bella Monaca è andata in fiamme questa mattina. Al momento si registrano tre feriti tra cui il proprietario dell’appartamento da cui sarebbe partito l’incendio, all’ultimo piano. L’uomo di 67 anni, rimasto ustionato e trasportato, cosciente, dal 118 al Centro Grandi Ustionati dell’ospedale Sant’Eugenio, sarebbe il più grave. Le altre due persone rimaste ferite si trovavano nell’appartamento accanto e sono state portate una all’ospedale Casilino e l’altra al policlinico universitario di Torvergata. Il loro stato di salute è costantemente monitorato. Nessuno di loro è in pericolo di vita. Feriti in modo lieve altri residenti della palazzina, mentre non risultano dispersi.

Parte del solaio della casa al terzo piano, vettore delle fiamme, è crollato. I carabinieri della compagnia Casilina e della stazione Tor Bella Monaca, la polizia locale del gruppo Torri e i vigili del fuoco giunti in via Atteone 136 si sono messi subito a lavoro: l’edificio è stato evacuato, le persone all’interno sono state soccorse con il supporto di tre ambulanze e degli operatori sanitari e le strade di accesso al luogo dell’esplosione sono state chiuse.

Tra le possibili cause dell’incendio i vigili del fuoco pensano a una fuga di gas. Un portavoce Italgas fa però sapere che gli impianti di distribuzione del gas di pertinenza della società (reti e contatori) sono esterni all’abitazione e risultano integri. Il pronto intervento Italgas, accorso immediatamente sul posto, ha provveduto a sospendere l’erogazione per consentire ai vigili del fuoco di procedere allo spegnimento delle fiamme. Toccherà ora ai tecnici della società definire le cause del guasto insieme ai carabinieri che hanno avviato accertamenti per chiarire la dinamica di quanto accaduto.

Francesca Funari

Mi chiamo Francesca Funari, sono nata il 2 luglio 1997 e sono di Norcia. Sono laureata in Scienze della Comunicazione. Ho lavorato con Il Nuovo Diario Messaggero e presso la Uil nazionale.