Riparte il Giffoni festival giunto alla decima edizioneparteciperanno 500 ragazzi

La rassegna si chiuderà il 10 ottobre Gubitosi: "Il nostro cuore a Skopje"

Con la proiezione del film “Italo” della regista Alessia Scarso, si è aperta ieri sera, a Skopje, la 10° edizione del Festival del cinema giovanile “Giffoni Macedonia”, una rassegna a cui partecipano oltre 500 ragazzi provenienti da vari Paesi.

“Skopje è una città in cui siamo arrivati 10 anni fa e il nostro cuore è qui – ha spiegato Jacopo Gubitosi, direttore della rassegna – siamo felici che il festival stia crescendo e dietro il lavoro degli adulti ci sono centinaia di giovani che partecipano al festival, non solo all’evento centrale di Skopje, ma anche in tutte le altre città della Macedonia”.

Per i ragazzi, quest’anno, sono stati organizzati: un laboratorio d’arte con Monica Monteska, un laboratorio di musica con Lada Shoptrajanova Petrovska e un laboratorio di cinema con la regista Maria Dzidzheva. Gli adulti, invece, potranno lavorare su workshop di fotografia e montaggio video. Per il programma degli eventi aperti al pubblico, gli organizzatori hanno annunciato per oggi la visita degli autori del fumetto, Sergio Gerasi e Alessandro Bilotta dall’Italia, in occasione della Giornata del Fumetto Italiano. Domani verranno proiettati i primi due episodi della nuova serie “Generazione spettinati”. Il festival si chiuderà il 10 ottobre alle 19:00 con la premiazione dei film vincitori per ogni categoria, oltre ai lavori dei laboratori creativi dei cinque giorni.

Il “Giffoni Macedonia” è realizzato con il supporto dell’Agenzia cinematografica della Macedonia del Nord, del Ministero della Cultura della Macedonia del Nord, del Ministero della Cultura d’Italia e dell’Ambasciata d’Italia e della Città di Skopje.

Francesca Massimano

Laureata in lingue e letterature straniere, amo la letteratura spagnola e i libri di Miguel de Unamuno. Ho conseguito due master, il primo in “Programmazione Comunitaria” e il secondo in “Media Entertainment”. Ho fatto diverse esperienze di stage e di lavoro, dal Parlamento Europeo a Radio1 Rai, passando per la puntata 0 di un programma tv creato grazie ad un bando di Regione Lazio. Mi sono trasferita a Roma da qualche anno e sogno di rimanerci per tutta la vita.