HomeCronaca Pomezia, scritte antisemite davanti a due scuole

Pomezia, scritte antisemite
davanti a due scuole
Raggi: "Gesto ignobile"

Il ministro dell'Istruzione Azzolina

"Il razzismo non entrerà mai a scuola"

di Rossella Dell'Anno12 Febbraio 2020
12 Febbraio 2020

Questa mattina, davanti a due scuole di Pomezia, dove si erano tenute delle iniziative sulla Shoah, sono state trovate scritte antisemite sull’asfalto e su un muro.

Si tratta del Liceo Pascal, dove si era svolto un incontro sulla Memoria, e dell’Ipsia di largo Brodolini dove oggi è prevista la visita di Gabriele Sonnino, testimone della Shoah. Al Pascal è stato scritto sull’asfalto “Calpesta l’ebreo”, con una stella di David e la croce celtica. Mentre all’Ipsia, sempre con una bomboletta spray nera è stato scritto su un muro “Anna Frank brucia” con accanto una svastica, e poi “Parlateci delle foibe”.

Pochi giorni fa, sempre a Pomezia, era stata imbrattata una lapide dedicata ai martiri delle foibe su cui si leggeva la scritta “Fasci appesi” con accanto falce e martello e il simbolo dell’anarchia.

Gli studenti hanno subito provato a rimediare con dei contro striscioni con scritto “Non esistono razze” e “il fascismo non è un’opinione”, messi accanto alle scritte antisemite.
“Lo considero un attacco alla scuola e al suo ruolo educativo. Sono già in contatto con i dirigenti scolastici. Razzismo e antisemitismo non entreranno MAI a scuola”. Così commenta l’accaduto sul suo profilo Twitter la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina.

“Mi auguro sia fatta subito chiarezza e siano individuati i responsabili di questo ignobile gesto”. Così su twitter la sindaca di Roma Virginia Raggi.

Ti potrebbe interessare

Master in giornalismo LUMSA
logo ansa
Carlo Chianura
Direttore delle testate e dei laboratori
Fabio Zavattaro
Direttore scientifico
@Designed & Developed by Bedig