Elezioni regionali in UmbriaRush finale verso il votoLega attacca su più fronti

Salvini: "I Preti non sono politici" poi attacca Conte: "La pacchia è finita"

Oggi inizia un weekend decisivo per l’esito del governo. Il voto delle regionali in Umbria di questa domenica è preceduto da una fervente campagna elettorale che vede, come protagonisti, da una parte la coalizione della maggioranza giallorossa e dall’altra il centrodestra trainato dal leader della Lega Matteo Salvini.

Questa mattina ha preso il via l’appuntamento a Narni, dove si tiene l’evento “di coalizione” annunciato da Luigi Di Maio: sul palco, oltre al leader del M5S, figurano il premier Giuseppe Conte, il segretario del PD Nicola Zingaretti e il ministro della Salute Roberto Speranza. All’appello, invece, mancano gli esponenti di Italia Viva. In contemporanea, a Città di Castello, Salvini critica la kermesse della coalizione di governo giudicandola come un appuntamento politico per “fare campagna elettorale a presentare un decreto sul terremoto in un Paese non terremotato”.

Ma il leader del Carroccio non lesina giudizi, neanche sulle manifestazioni di preti anti-Salvini, riunitisi una decina di giorni fa nel capoluogo umbro per contestare un “anti-cristiano che brandisce il rosario ma attacca gli immigrati”.

“Sogno un Paese dove i preti fanno Messa e non politica, dove gli insegnanti fanno lezione e non politica, dove i magistrati fanno le sentenze e non politica”, ha affermato il leader della Lega nel corso di una iniziativa elettorale vicino Perugia, per poi calmare i toni: “Mi porto via dall’Umbria testimonianze di affetto da tantissime donne e uomini di Chiesa che ci dicono di non mollare perché siamo sulla strada giusta”.

Dal palco della città perugina il leghista si è rivolto anche al premier Conte, raccomandandogli “meno promesse e più lavoro”. Un tema in cui, secondo Salvini, il presidente del Consiglio è più suscettibile perché “Conte ha capito che la pacchia sta finendo”.

 

 

 

Serena Console

Laureata in lingua e cultura orientale (cinese e giapponese) e in Professioni dell'editoria e giornalismo, ha conseguito il tesserino da Pubblicista nel 2017. Attualmente collabora con Radio Bullets, dove si occupa di approfondimenti sulla cultura e società cinese; nel weekend cura il Notiziario Orientale con tutte le notizie dall'Estremo Oriente.