Roma, rapina con sparatoriaUn aggressore resta uccisoFerito il titolare del bar

Preso di mira un bar-tabaccheria Rapinatore avrebbe colpito il complice

All’alba Roma si è svegliata ancora più cupa e violenta. Ieri sera, una rapina si è conclusa nel sangue, con un bandito morto e il titolare del locale ferito.
Due uomini armati, Ennio Proietti ed Enrico Antonelli, hanno tentato di rapinare il bar-tabaccheria “Caffè europeo” di viale Ciamarra, a Cinecittà. Secondo le prime ricostruzioni i due, pistole in pugno, avrebbero intimato al proprietario del locale, un cittadino cinese, di dare loro l’incasso, ma senza aver fatto i conti con la tenacia del commerciante.
Il titolare infatti avrebbe reagito e buttato a terra Proietti, scatenando una colluttazione. L’altro rapinatore, Antonelli, nel tentativo di aiutare il complice avrebbe sparato, colpendo sia il titolare che Proietti, ferendo il primo alla gamba e provocando la morte del secondo.
Vista la situazione Antonelli avrebbe provato a fuggire ma sarebbe stato arrestato davanti l’uscita del locale da un poliziotto fuori servizio.
Con la balistica si cercherà di ricostruire con esattezza la dinamica dell’accaduto e la traiettoria degli spari. A quanto ricostruito finora, sarebbero intervenuti anche alcuni clienti presenti.
Il commerciante cinese è stato operato all’ ospedale Umberto I ed ora è fuori pericolo. Per Proietti invece non c’è stato nulla da fare.

Giulio Seminara

Nato a Catania il 6 dicembre del 1991. Diplomato al liceo classico e laureato in Lettere Moderne con una tesi su Pier Vittorio Tondelli. Ha lavorato a LA7 come programmista e scritto per diversi quotidiani. Appassionato di cinema, politica e calcio. Gioca a ping pong, ascolta i cantautori e i Placebo.