Sanremo 2018 al viaBaglioni, Hunziker e Favino al timone del 68° festival

Previsti omaggi ai grandi del passato da De Andrè a Battisti, da Tenco a Gaber

Sanremo 2018 al via. Stasera la prima delle cinque serate nelle quali i 28 partecipanti, tra big e nuove proposte, gareggeranno per i vari riconoscimenti. Un Festival incentrato esclusivamente sulla musica, che non ha fatto registrare finora alcuna polemica politica in un periodo di piena competizione elettorale. Nella consueta conferenza stampa di apertura Claudio Baglioni, direttore artistico di questa edizione, ha tracciato un quadro abbastanza chiaro: “Una delle linee guida di questo Festival sarà trovare il modo di omaggiare la bellezza che tanti ci hanno lasciato nella musica”. Omaggi dunque a Luis Bacalov, Sergio Endrigo, Umberto Bindi, Fabrizio De Andrè, Lucio Battisti, Luigi Tenco e Giorgio Gaber.

Baglioni ha inoltre precisato che il festival si svolgerà anche all’esterno del teatro Ariston, con telecamere presenti sul red carpet e sulla strada. Annunciata poi l’assegnazione, venerdì sera, di un premio per la carriera a Milva, decisione presa raccogliendo l’invito partito da Cristiano Malgioglio nei giorni scorsi, sostenuto da molti artisti sui social, per omaggiare una delle più importanti personalità del panorama musicale italiano.

Marco Assab

Nasce a Siracusa nel 1988. Si diploma in recitazione e dizione all’Accademia del cinema e della televisione di Cinecittà nel 2008. Consegue la laurea triennale in Scienze della comunicazione nel 2012 e quella magistrale in editoria e giornalismo nel 2014. Ha svolto un anno di Servizio Civile. Gestisce un canale Youtube e le relative pagine social.