Stipendi parlamentari
la Camera rinvia
Il testo torna in Commissione

La proposta 5 Stelle rigettata con 109 voti di scarto
Grillo in aula, pochi in piazza per la manifestazione

Tornerà in commissione alla Camera il ddl sul trattamento economico e previdenziale dei membri del Parlamento. A favore del rinvio la maggioranza: 109 i voti di differenza, contrari Forza Italia, Fratelli d’Italia e Sinistra Italiana.

Beppe Grillo, presente in aula, ha applaudito ironicamente dopo la bocciatura della proposta del suo movimento. Poi ha tuonato su Twitter: “Il PD ha votato per affossare la nostra proposta di dimezzamento degli stipendi dei parlamentari! #renzinonnasconderti”.

Una decisione “inaccettabile” secondo Roberta Lombardi, prima firmataria del decreto. La proposta dei cinquestelle prevede di tagliare del 50% la parte fissa dell’indennità (da 5mila a 2.500 euro netti al mese) e ridurre la diaria. Secondo i promotori, garantirebbe complessivamente risparmi per le casse dello Stato fino a 87 milioni di euro.

Il gruppo pentastellato parlava di “giornata storica”, auspicando che i militanti, solitamente pronti a mobilitarsi, li avrebbero sostenuti in massa: la partecipazione alla manifestazione davanti a Montecitorio è stata molto più ridotta rispetto alle aspettative. I grillini intendono comunque riportare all’esame in aula la proposta già nel mese di novembre.

Intanto, si registra anche la risposta del premier Matteo Renzi che, durante la trasmissione di Lucia Annunziata a In mezz’ora, ha lanciato la sua controproposta: “Il Pd è favorevole a ridurre gli stipendi, il problema è come farlo – continua – ad esempio potremmo dare ai parlamentari l’indennità sulla base delle effettive presenze in aula”.

La proposta di legge dei cinquestelle è solo l’ultimo di una serie di tentativi, reiterati negli anni, finalizzati alla riduzione dei costi della politica. Rimasti fin qui soltanto sulla carta.

Nancy Calarco

Nasce a Bologna nel 1993. Frequenta la Facoltà di Giurisprudenza di Bologna, laureandosi in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali. Ha studiato inglese a Toronto ottenendo il certificato linguistico IELTS. Ha svolto l’Erasmus Placement a Londra lavorando per una società di consulenza. Appassionata di libri, viaggi e fotografia, estremamente critica e curiosa.