Torna Pechino Expresscon otto coppie in gara alla scoperta dell'Africa

Nuove regole per l'adventure game condotto da Costantino Della Gherardesca

“Pechino Express” arriva al settimo anno evitando la crisi con i suoi telespettatori, quella che secondo un detto popolare colpirebbe le relazioni più durature. Per la settima edizione dell’adventure-game targato Rai2 Costantino Della Gherardesca  ha annunciato: «Quest’anno sbarchiamo in Africa per mostrare al pubblico quei luoghi straordinari mai visti neanche dai turisti di questi Paesi».

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Giovedì alle 21:20 parte @pechinoexpress Avventura in Africa su @instarai2 @patrizia.bonardi.526

Un post condiviso da Costantino della Gherardesca (@costantinodellagherardesca) in data:

Otto le coppie in gara quest’anno: dai «Mattutini» formati da Adriana Volpe e Marcello Cirillo ai «Surfisti» formati da Andrea Montovoli e Francisco Porcella (fresco di Ballando con le Stelle); dalle «Mannequin» Linda Morselli e Rachele Fogar ai «Ridanciani» Paola Caruso e Tommaso Zorzi di Riccanza. Spazio anche alle «Coliche», il duo di youtuber che prende il posto dei «Fratello e Sorella» Filippo e Laura Magnini, ai «Poeti» Mirko Frezza e Tommy Kuti, ai «Promessi sposi» Roberta Giarrusso e Riccardo Di Pasquale.

ll programma è il risultato di una mega produzione Rai, in collaborazione con Magnolia: oltre 15mila chilometri percorsi dalle otto coppie in gara e dalla troupe (più di 100 persone di diverse nazionalità ed estrazioni professionali) che ha realizzato in sei settimane (tanto è durato il viaggio, il più lungo di sempre) circa 1800 ore di riprese utilizzando ben 14 telecamere, un drone e 20 micro-camere, queste ultime in dotazione anche ai concorrenti per le riprese notturne all’interno delle case che li hanno via via accolti.

A rendere più tosto il confronto, quest’anno ci sono nuove regole e dinamiche di gioco: come quella della “simbiosi”, per cui due coppie abbinate si devono aspettare all’arrivo della tappa per non essere penalizzate. O come il meccanismo dell’eliminazione che coinvolge le ultime tre coppie giunte al traguardo: a salvarne una ci pensa la coppia in vantaggio, sulla sorte delle altre due decide il gruppo.

Il premio in denaro assegnato ai vincitori andrà come ogni anno a una onlus che opera in uno dei paesi attraversati dal tornado Pechino Express: «un modo per restituire qualcosa al territorio», ha dichiarato Costantino, «lasciando anche un segno tangibile alle popolazioni che così fraternamente ci hanno ospitato».

Simone Alliva

Laureato all'università Lumsa di Roma in Scienze dell’informazione, comunicazione e marketing, ha iniziato la professione da giornalista pubblicista nei giornali locali della Calabria. Passando nel 2013 al settimanale “L’Espresso”, dove si è occupato di cronaca politica e diritti civili.