Trovata droga in casadella maestra licenziataper insulti ai poliziotti

Multata per hashish e cocaina In casa anche un grinder per marijuana

Flavia Lavinia Cassaro, la maestra elementare licenziata dopo aver augurato la morte alle forze dell’ordine durante una manifestazione antifascista dello scorso febbraio, è stata sanzionata amministrativamente per detenzione di droga.

La donna vive in un palazzo in corso Novara a Torino occupato da anni da famiglie e esponenti dell’area antagonista, dove sono stati sequestrati alcuni grammi di hashish e cocaina e un grinder per sminuzzare la marijuana. Gli agenti del commissariato Barriera Milano hanno visitato l’abitazione della donna nel corso di un’operazione straordinaria del territorio. Gli agenti erano sulle tracce di un marocchino di 38 anni, conoscente della maestra, residente nello stesso stabile e sospettato di essere un pusher. Nell’abitazione dell’uomo sono stati trovati oltre 14 grammi di hashish e per questo è stato denunciato all’autorità giudiziaria.

Salvatore Tropea

Classe 1992, dopo la maturità scientifica si laurea in Scienze della Comunicazione alla Lumsa. Collabora con il mensile locale calabrese L’Eco del Chiaro; con il giornale studentesco e la WebTV della Pontificia Università Lateranense e con il portale online farodiroma.it. Attualmente frequenta il Master in Giornalismo alla Lumsa, dopo aver frequentato il Master in Digital Journalism alla Lateranese e aver svolto due mesi di stage a Radio Vaticana. Con il Master in Giornalismo della Lumsa ha svolto tre mesi di stage presso la redazione de Il Venerdì di Repubblica e attualmente sta svolgendo uno stage di tre mesi presso la redazione italiana di Vatican News