Casa degli orrori negli Usatredici figli in schiavitùarrestati i genitori

La coppia li teneva senza cibo e acqua uno di loro è fuggito dando l'allarme

Legati ai letti con le catene, senza cibo né acqua, al buio. A Perris, a due ore da Los Angeles in California, è stata scoperta una casa degli orrori dove una coppia, David Allen Turpin di 57 anni e Louise Anna Turpion di 49 avrebbero tenuto per anni i 13 figli in ostaggio. Tra le vittime ci sono 6 bambini e 7 adulti – dai 18 ai 29 anni – malnutriti e legati ai loro letti con catene e lucchetti al buio in una stanza maleodorante.

A dare l’allarme domenica scorsa è stata una delle figlie di soli 17 anni, riuscita a scappare dopo aver chiamato il 911 da un cellulare trovato in casa. Le condizioni delle vittime sarebbero state talmente rovinose che la polizia non è stata in grado di capire subito l’età. La ragazzina che ha dato l’allarme, salvando fratelli e sorelle, dimostrerebbe infatti 10 anni.
Gli inquirenti hanno aperto un’inchiesta per tortura e hanno fissato una cauzione di 9 milioni per i due aguzzini. “I genitori non sono stati in grado nell’immediato di fornire una ragione logica – ha dichiarato la polizia – le vittime sembravano malnutrite e molto sporche”. Ai tredici bambini e ragazzi sono stati dati cibo e bevande “dopo che hanno detto che stavano morendo di fame” hanno sottolineato le autorità.

Secondo quanto risulta dai registri della contea di Riverside è emerso che il padre e aguzzino dei ragazzini avesse ricevuto un’autorizzazione da parte dello Stato per gestire una scuola privata, la “Sandcastle Day School” proprio all’interno della sua abitazione. La scuola, che ha ufficialmente accolto quest’anno sei studenti, ha poi dichiarato bancarotta nel 2011 ed aveva un debito tra i 100.000 e i 500.000 dollari.

Adesso la coppia degli orrori rischia grosso, accusata di sequestro di persona e di minori, reati di maltrattamento e tortura. Le vittime sono state tutte ricoverate e versano in condizioni di sofferenza e disagio, avendo patito fame, sete e mancanza di libertà di movimento.

Nancy Calarco

Nasce a Bologna nel 1993. Frequenta la Facoltà di Giurisprudenza di Bologna, laureandosi in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali. Ha studiato inglese a Toronto ottenendo il certificato linguistico IELTS. Ha svolto l’Erasmus Placement a Londra lavorando per una società di consulenza. Appassionata di libri, viaggi e fotografia, estremamente critica e curiosa.