Sauditi nel cda della ScalaLa Lega chiede le dimissionidel sovraintendente Pereira

Lui si difende sostenendo che era un'idea del partito di Salvini

La Lega ha chiesto le dimissioni di Alexander Pereira. Il sovrintendente della Scala di Milano ha sostenuto che il primo a proporre una collaborazione tra il teatro e il governo saudita è stato Max Ferrari, consigliere regionale lombardo della Lega e collaboratore del presidente della regione Attilio Fontana.

Ferrari ha subito replicato: “È tutta farina del sacco di Pereira e di chi ha seguito con lui quella trattativa. Non mi è mai venuto in mente di proporre la balzana idea di mettere un ministro saudita nel cda”.

L’anticipazione di Pereira sui fondi arabi aveva stupito il sindaco di Milano, Beppe Sala: “È una cosa di cui non ero assolutamente al corrente, aspettiamo il prossimo cda. Se c’è compattezza, l’operazione si fa. Altrimenti no”. Lo stesso Fontana ha detto: “Non mi sorprende che il sindaco Sala non ne sapesse niente perché anche io non so niente.”

Intanto, Liberi e Uguali ha presentato un’interrogazione parlamentare. “Non è tollerabile che uno dei simboli della città di Milano e dell’Italia, come il Teatro La Scala, collabori con il governo di un Paese che si trova al centro dell’indignazione mondiale per le atrocità compiute in Yemen, per le ripetute violazioni dei diritti umani, per la feroce esecuzione del giornalista dissidente Khashoggi e per gli arresti delle attiviste per il diritto alla guida, detenute e torturate in carcere”.

Pereira, da parte sua, ha ribadito la bontà del progetto di collaborazione con l’Arabia Saudita: “Qualcuno sta montando la panna – ha ironizzato il sovrintendente – Non bisogna far polemiche di corto respiro. La situazione è molto semplice: la Scala costa ogni anno circa 125 milioni, come gli altri grandi teatri europei. Solo che lì lo Stato copre il 75-80 per cento del budget, a Milano meno di un terzo. Ogni anno la Scala deve quindi trovare almeno 45 milioni. Io li trovo”.

Andrea Murgia

Nato a Palermo l’8 aprile 1993, ho una laurea triennale in Scienze della Comunicazione e adesso ho iniziato il Master biennale in Giornalismo alla Lumsa. Amo lo sport, in particolare calcio e motori, e la musica rock e metal.