Asia Bibi trattenuta in Pakistan dalle proteste islamiste

Foto Ansa

Dopo l’assoluzione della Corte suprema per Asia Bibi, la cattolica pakistana condannata a morte per blasfemia nel 2010, la donna non è ancora riuscita a lasciare il paese per via delle rivolte popolari promosse dai comitati islamisti. Minacce anche per l’avvocato, Saif ul-Malook, costretto a scappare in Olanda.

Massimiliano Cassano

Napoletano trapiantato a Roma per inseguire il sogno di diventare giornalista. Laureato in Mediazione linguistica e culturale, ossessionato dall’ordine. Appassionato di politica, arte, Lego, calcio e Simpson. Arbitro di calcio da giovanissimo per vocazione.