Brasile, migliaia di personein piazza per la democraziaEndorsement di Biden a Lula

Identificati i manifestanti violenti Bolsonaro in ospedale negli Usa

BRASILIA – Decine di migliaia di brasiliani in piazza per difendere la democrazia. Dopo l’assalto al Congresso di domenica da parte dei sostenitori dell’ex presidente Jair Bolsonaro, il Brasile è ancora una zona calda. Ieri pomeriggio, 09 gennaio 2023, a San Paolo moltissime persone si sono mobilitate per protestare contro quanto avvenuto nei giorni precedenti, sfilando per le strade con manifesti contro il governo appena deposto. Alla notizia è seguita una telefonata tra l’attuale presidente del Brasile Luiz Inácio Lula da Silva, in carica dal primo gennaio, e il presidente americano Joe Biden. Secondo quanto si legge da un comunicato stampa la democrazia brasiliana ha “il sostegno incrollabile degli Stati Uniti”.

Identificati i manifestanti

Intanto il ministro della giustizia brasiliano Flavio Dino, tramite il quotidiano Estadao, ha fatto sapere che molte persone sospettate di aver organizzato l’attacco sono state già identificate, e che sono già stati emessi mandati di arresto. La violenza di questi giorni ha causato 46 feriti, 6 dei quali in gravi condizioni.

Bolsonaro in ospedale negli Usa

Ora gli occhi sono puntati sull’ex presidente Bolsonaro. Dopo la fine del mandato, sta trascorrendo un periodo di vacanza in Florida a casa di Jose Aldo, campione brasiliano di arti marziali. Sono però le sue condizioni di salute a dare preoccupazione. Il suo medico, Antonio Muiz Macedo, ha rilasciato delle dichiarazioni all’agenzia di stampa Reuters, comunicando che il presidente è ricoverato negli Stati Uniti per una occlusione intestinale, ma “non dovrebbe essere necessario un intervento chirurgico, per cui non è una situazione grave”.

La smentita di Tajani sulla cittadinanza italiana dell’ex presidente

Il ministro degli esteri Antonio Tajani, sulla notizia di richiesta della cittadinanza italiana da parte di Bolsonaro e di tutta la sua famiglia, ha fatto sapere ai microfoni di Radio Anch’io che “l’ex presidente del Brasile non ha mai chiesto la cittadinanza italiana. Ci sono persone che hanno diritto a chiederla, ma lui non l’ha richiesta”.

In foto la polizia brasiliana durante gli scontri domenica, Ansa

Giulia Chiara Cortese

Cresciuta tra il Vesuvio e il mare, ora con il cuore diviso tra Napoli e Roma. Sono laureata in Lettere moderne alla Sapienza con una tesi in Filologia della Letteratura italiana. Inseguo da sempre il sogno di diventare una giornalista.