I manifesti che furono affissi in tutta Roma dopo la scomparsa di Emanuela Orlandi e di Mirella Gregori | Foto Ansa

Casi Orlandi e Gregoriok definitivo dal Senatoalla commissione d'inchiesta

Pietro Orlandi: "La verità non potrà essere occultata per sempre"

ROMA – Via libera definitivo dall’Aula del Senato all’istituzione della commissione d’inchiesta sulla scomparsa di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori. Il voto è avvenuto per alzata di mano. Un lungo e caloroso applauso è scattato al termine della votazione da parte dell’Assemblea.

“Sono contento, aspettavo con fiducia questa notizia. Questa commissione potrà fare tantissimo. Sono convinto che arriveremo alla verità, non potrà essere occultata per sempre. Ringrazio i senatori che hanno votato la Commissione”, ha detto Pietro Orlandi, fratello di Emanuela. “Questa Commissione potrà fare tanto, più di quanto può fare l’inchiesta vaticana”, ha aggiunto.

“Siamo contenti, ci auguriamo che la Commissione d’inchiesta parta quanto prima. Sono contenta di questa ‘intromissione perniciosa’ del Parlamento in questa vicenda”, ha detto Laura Sgrò, l’avvocata di Pietro Orlandi. “Buon lavoro ai parlamentari che si occuperanno di questa vicenda che aspetta la verità da quarant’anni”, ha concluso Sgrò.

 

Sofiya Ruda

Sono nata nel '97 a Lviv e vivo a Roma da quando avevo due anni. Laureata in Interpretariato e traduzione e in Lingue e letterature straniere, voglio diventare una giornalista per raccontare cosa succede ogni giorno nel mondo.