Pope Francis delivers his speech during his weekly general audience in St. Peter's Square at the Vatican, 26 October 2016. ANSA/ANGELO CARCONI

Clima, papa Francesco”Basta negazionismisul riscaldamento globale”

Messaggio del Pontefice a Cop23 a sostegno dell’accordo di Parigi

«Dovremmo evitare di cadere in questi quattro atteggiamenti perversi, che certo non aiutano alla ricerca onesta e al dialogo sincero e produttivo sulla costruzione del futuro del nostro pianeta: negazione, indifferenza, rassegnazione e fiducia in soluzioni inadeguate». A dirlo è papa Francesco nel suo messaggio inviato a Frank Bainimarama, il premier delle Fiji, presidente della 23esima Sessione della Conferenza sulla Convenzione-Quadro dell’Onu sui Cambiamenti Climatici (COP-23), attualmente in corso a Bonn.

«Desidero ribadire il mio invito urgente a rinnovare il dialogo sul modo in cui stiamo costruendo il futuro del pianeta. Abbiamo bisogno di un confronto che ci unisca tutti, perché la sfida ambientale che viviamo, e le sue radici umane, ci riguardano e ci toccano tutti», ha aggiunto il Pontefice. Per Francesco l’accordo sul clima di Parigi «indica un chiaro percorso di transizione verso un modello di sviluppo economico a basso o nullo consumo di carbonio, incoraggiando alla solidarietà e facendo leva sui forti legami esistenti tra la lotta al cambiamento climatico e quella alla povertà».

A Bonn in questi giorni la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron stanno cercando di rilanciare l’accordo sul clima dopo l’uscita dell’America di Trump: per entrambi si tratta di «una sfida centrale per il mondo».

Antonio Scali

Nato in provincia di Reggio Calabria 25 anni fa, ha conseguito una Laurea Triennale alla Lumsa in Lettere Moderne e una Magistrale alla Sapienza in Filologia. Da sempre affascinato dal giornalismo, ha maturato diverse collaborazioni con siti internet, radio e tv occupandosi principalmente di sport.