Una dose di fentanyl | foto Ansa

Fentanyl, pronta la strettasulla droga che spaventavecchio e nuovo continente

Le nuove linee guida del governo Meloni "Nessun allarme ma bisogna prevenire"

ROMA – L’Italia si prepara alla stretta sul Fentanyl. La “droga degli zombie” che stordisce le persone al punto da renderle completamente assenti, miete fino a 180 vittime al giorno negli Stati Uniti. A Palazzo Chigi oggi, 12 marzo, è stato presentato il “Piano nazionale prevenzione contro uso improprio di Fentanyl e altri oppioidi sintetici”.

Durante la presentazione Orazio Schillaci, ministro della Salute, ha sottolineato il pericolo del Fentanyl per la salute pubblica. Ha annunciato un “rafforzamento del monitoraggio e dei controlli per prevenire l’uso improprio di Fentanyl e altri oppiacei sintetici”. Chiedendo alle Regioni e alle farmacie di prestare la massima attenzione per evitare i furti di queste sostanze. Sulla stessa linea Giuseppe Valditara, ministro dell’Istruzione, che ha evidenziato il pericolo del Fentanyl per i giovani e ha annunciato l’elaborazione di una strategia unitaria con vari ministeri e la Conferenza delle Regioni. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Alfredo Mantovano ha precisato: “In Italia non c’è un’emergenza Fentanyl, il piano c’è perché vogliamo muoverci in un’ottica di prevenzione”.

Il Piano segue un avviso lanciato dal ministero della Salute sul furto e la diffusione di Fentanyl fuori dai circuiti sanitari. Il piano coinvolge vari ministeri e comunità, con l’obiettivo di prevenire un aumento di overdose e morti.

In Europa, sono stati registrati 137 morti associate a questa droga nel 2021, di cui 88 in Germania. In Italia, il Fentanyl è presente in 29 città su 33 monitorate. Il ministero della Salute invita le autorità a vigilare sui farmaci sottratti al loro impiego regolare.

Lorenzo Urbani

Laureato in Media, comunicazione digitale e giornalismo alla Sapienza, sono giornalista pubblicista dal luglio 2020. Da un anno faccio parte del team di telecronisti per la redazione di Gianluca Di Marzio. Appassionato di tutti gli sport con il sogno di raccontare, un giorno, una finale di Champions League.