Festival di Venezia 2022arriva il film "Blinde"ritratto di Marylin Monroe

Brad Pitt a sorpresa sul red carpet Al Lido la diva Stefania Sandrelli

Arriva oggi a Venezia 79 uno dei film più attesi del concorso: “Blonde”, ritratto senza censure di Marilyn Monroe tratto dal romanzo di Joyce Carol Oates e firmato da Andrew Dominik. La diva, scomparsa sessant’anni fa in circostanze ancora oggi non del tutto chiare, è interpretata da Ana De Armas. L’attrice camminerà sul red carpet del Lido accompagnata (a sorpresa) da Brad Pitt, che questa volta si presenta in veste di coproduttore del film.

“Blonde” esplora in profondità la coscienza femminile, raccontando la breve esistenza di questa icona senza tempo (Marylin aveva solo 36 anni quando morì) e mettendo in luce il divario tra la sua vita pubblica e quella privata: dalla sua infanzia precaria come Norma Jeane, fino al raggiungimento della fama hollywoodiana, mentre vengono esplorati gli intrecci sentimentali. Il film sarà visibile al grande pubblico a partire dal prossimo 23 settembre su Netflix.

Oggi in gara anche il thriller iraniano Shab, Dakheli, Divar (Oltre il muro) di Vahid Jalilvand, su Ali, un uomo cieco disperato che accetta di aiutare una donna in fuga.

Debutta invece fuori concorso il racconto corale e attuale “Siccità”, di Paolo Virzì che parla di un’umanità vicina al collasso. Tra gli interpreti ci sono Silvio Orlando, Valerio Mastandera, Claudia Pandolfi, Vinicio Marchioni e Monica Bellucci. Fuori gara anche il film The Matchmaker di Benedetta Argenteri, ritratto di Tooba Gondal, una delle più famigerate jihadiste britanniche.

Sbarca al Lido anche Stefania Sandrellli, che dopo aver ricevuto il premio Bianchi, presenterà alle Giornate degli Autori “Acqua e Anice” di Corrado Ceron. Nel film l’attrice interpreta un’ex ballerina di liscio che decide di rimettersi in viaggio e percorrere tutti i luoghi che l’hanno resa celebre. La pellicola arriverà nei cinema a fine mese.

 

 

Paola Palazzo

Laureata in Culture della moda nella Facoltà di lettere e beni culturali all'Università di Bologna. Frequento il Master di 1° livello in Giornalismo alla LUMSA di Roma.