Francesco, il Papa tifoso del San Lorenzo. La soddisfazione di Zanetti e di Maradona: «Speriamo di incontrarlo».

Chiamarsi Francesco e tifare per il club argentino San Lorenzo de Almagro tutto può essere normale, ma se Francesco è il nome che si è dato il nuovo papa Jorge Mario Bergoglio, allora niente passa in secondo piano. Il successore di Ratzinger, il papa argentino, è da tempo tifoso della squadra del quartiere Boedo di Buenos Aires. una polisportiva famosa soprattutto per la sua squadra di calcio, colori rosso e blu a strisce verticali, fondata da un salesiano, Papa Cuervo.

Contatti con il club. Il primo contatto tra il San Lorenzo- squadra in cui hanno militato Lavezzi e Simeone- e il nuovo papa è avvenuto nel 2008, data in cui, in occasione del centenario dei Cuervos, nome preso dal fondatore della squadra, il club gli ha donato una targa commemorativa e una maglietta. In quella occasione Bergoglio rivelò la sua formazione preferita della storia del San Lorenzo, gli invincibili della stagione 1945/46. Un secondo contatto avvenne nel 2011, quando il San Lorenzo, in piena crisi finanziaria era sull’orlo della retrocessione. L’allora parroco don Jorge celebrò una messa in onore di Lorenzo Massa, l’ex vescovo che aveva contribuito alla fondazione del club. Da allora Bergoglio ha celebrato molte messe per il club.

Dichiarazioni a caldo. Non appena ieri è stato eletto Bergoglio ha ricevuto felicitazioni anche dal mondo dello sport, soprattutto da sportivi argentini, molti messaggi. Il primo a twittare è stato il capitano dell’Inter, Javier Zanetti. «È un Papa molto umile, che a Buenos Aires ha sempre vissuto accanto al nostro popolo: spero di incontrarlo presto. Ho avuto- ha ribadito Zanetti- la fortuna di conoscere Papa Ratzinger e adesso mi aspetto di avere l’occasione di conoscere il nuovo Papa connazionale: sarebbe una grandissima emozione per me e per tutta la mia famiglia». La nomina di Bergoglio ha sorpreso anche Diego Armando Maradona. Il “pibe de oro” da Dubai ha scritto su twitter: «il papa è argentino!». «Appena tornerò in Italia- ha affermato Maradona- mi auguro di poter avere un’udienza con lui. Per i tifosi di Buenos Aires “il dio del calcio è argentino”: “ora anche il Papa è argentino, una cosa che fa felice tutto il mio Paese».

I tifosi del San Lorenzo hanno salutato il nuovo papa sul sito pubblicando la sua foto con il gagliardetto del club chiamandolo con il nome che i suoi supporter più calorosi si danno: Cuervos,”i corvi”.

Marco Stiletti