Gabbiadini al SouthamptonLa Roma prova con Defrel alle 23 chiude il mercato

Ufficiale Ocampos al Milan La Juventus non farà acquisti

Stasera alle 23 si concluderà la campagna acquisti e cessioni della serie A. Ieri è stato definito l’accordo per Gabbiadini, che dice sì al Southampton. Dopo un incontro tra Aurelio De Laurentis, il dirigente sportivo Giuntoli e l’agente dell’attaccante Pagliari, è arrivata la decisione del trasferimento oltremanica del giocatore ex Napoli. Gli inglesi hanno messo sul piatto 17 milioni più 3 di bonus e un 10 percento sulla futura cessione. Nella serata di ieri Gabbiadini è volato nell’Hampshire.

La Roma tenta l’ultima carta per Defrel. La società cerca di portare l’attaccante del Sassuolo in giallorosso in prestito, ma con l’obbligo di riscatto nel 2018, con un valore complessivo di 18 milioni di euro. Non arriverà in questa sessione di mercato, invece, l’ufficialità dell’acquisto di Kessie.  La trattativa tra la Roma e l’Atalanta, infatti, è definita: 27 milioni è la valutazione complessiva, con i cartellini di Marchizza e Tumminello. Mancano solo le formalità, l’accordo prenderà forma in estate.

“Non arriverà nessuno: il nostro mercato è finito”. Queste le parole dell’Ad della Juventus Beppe Marotta. Dopo l’acquisto di Rincon e l’nvestimento sulle giovani promesse Caldara e Orsolini, il mercato bianconero si ferma senza colpi di scena.

Il Pescara bussa ancora alla porta della Juventus per il giovane difensore Romagna, attualmente in prestito al Novara: ma prima deve partire Gyomber. A giugno Verre andrà alla Sampdoria per 4 milioni più bonus, con il centrocampista che firma un contratto fino al 2021 da 500mila euro a stagione.

Il Crotone prova a riprendersi Budimir dalla Sampdoria, mentre la Fiorentina ha chiesto informazioni all’Atalanta su Paloschi. L’Empoli punta a El Kaddouri attraverso un accordo con il Napoli per 1,5 milioni e una percentuale sulla futura rivendita. Il Milan, dopo aver ufficializzato l’arrivo di Ocampos, valuterà se cercare qualcosa a centrocampo per sopperire all’infortunio di Bonaventura.

Giulia Torlone

Aquilana di nascita, si è laureata in Italianistica e vive a Firenze. Ha lavorato nel settore della cooperazione internazionale occupandosi di ufficio stampa. Redattrice su temi di diritto alla cittadinanza e giustizia sociale, ha concentrato il suo lavoro sui Paesi del bacino del Mediterraneo.