Gli italiani riscoprono la cultura

Il rapporto di Federculture testimonia l'aumento di spesa

Si torna a spendere per la cultura. Presentato al Museo MAXXI di Roma il XII Rapporto Annuale Federculture, Impresa Cultura dal presidente Claudio Bocci. Le cifre impiegate dalle famiglie in ambito culturale sono cresciute del 4% rispetto al 2014 e del 6% dal 2013, anno nero della crisi.

Lo scettro va ai siti archeologici (8% in più), tallonati da mostre e musei (+7%), concerti (+6%) e teatri (+4%). «Se il 2015 ha segnato il record assoluto di 43 milioni di visitatori nei musei statali, il 2016 si appresta a chiudere con un nuovo primato», osserva soddisfatto Dario Franceschini, ministro dei Beni Culturali e del Turismo. Un dato interessante riguarda la fascia d’età che ha maggiormente beneficiato della risalita: tra i giovani tra i 15 e i 17 anni vi è stato un incremento del 10,6% della fruizione dei musei, mentre tra quelli nella fascia di età compresa tra 20 e 24 anni addirittura il 14%.

Parlando invece di distribuzione territoriale, trionfa il Trentino Alto Adige con Emilia Romagna e Lombardia; resta invece indietro il Sud, pur con segnali di ripresa.

Gloria Frezza

Gloria Frezza (Ortona a Mare, 13/12/1991) Nel 2010 si trasferisce a Roma per studiare Lettere Moderne all’Università La Sapienza. Completato il ciclo triennale, intraprende una Laurea Magistrale in Editoria e Scrittura nel medesimo ateneo, che conclude con il massimo dei voti nel gennaio 2016. Dal 2014 collabora con la testata online “Ghigliottina”, scrivendo di cultura ed eventi. Dall’ottobre 2016 è iscritta al Master Biennale in Giornalismo dell’Università Lumsa di Roma.