Incendi in Californiasale a 17 il numero vittimeventimila persone evacuate

Trump conferma lo stato di emergenza ancora centinaia i dispersi nelle contee

Sale ancora il conteggio dei danni provocati dai grandi incendi dei giorni scorsi in California. Diciassette i morti accertati, ma non si contano i dispersi, duemila edifici distrutti e ventimila persone evacuate da domenica. Undici delle persone decedute provengono dalla Contea di Sonoma, che è stata l’area più colpita dagli incendi. Solo da lì sono arrivate 183 segnalazioni di persone disperse, di queste solo quarantacinque sono state ritrovate e intere zone della città di Santa Rosa, capoluogo regionale, sono state cancellate dalle fiamme. Le altre morti provengono dalle contee di Napa e Yuba.

Non ci sono ancora ipotesi sulle cause scatenanti degli incendi. Elicotteri e aerei hanno gettato per giorni centinaia di migliaia di litri di liquido ritardante sulle fiamme, che però sono state domate solo martedì, quando venti forti e aria secca si sono finalmente attenuati. Si teme un ritorno delle stesse condizioni da domani.

Nel frattempo il governo americano ha dichiarato lo stato di emergenza, sbloccando i fondi speciali per soccorsi e ricostruzione, secondo le parole del vicepresidente Mike Pence. Per il deputato californiano Mike Thompson si tratta del peggiore incendio nella storia della California.

Gloria Frezza

Gloria Frezza (Ortona a Mare, 13/12/1991) Nel 2010 si trasferisce a Roma per studiare Lettere Moderne all’Università La Sapienza. Completato il ciclo triennale, intraprende una Laurea Magistrale in Editoria e Scrittura nel medesimo ateneo, che conclude con il massimo dei voti nel gennaio 2016. Dal 2014 collabora con la testata online “Ghigliottina”, scrivendo di cultura ed eventi. Dall’ottobre 2016 è iscritta al Master Biennale in Giornalismo dell’Università Lumsa di Roma.