40 anni di rivoluzionel'Iran di nuovo in piazzacelebra la svolta islamica

Intonati i consueti cori contro gli Usa Rohani: "Non vinceranno la guerra"

Centinaia di migliaia di manifestanti sono scesi in strada questa mattina a Teheran, in Iran, e in decine di altre città del paese per celebrare il quarantesimo anniversario del giorno della vittoria della rivoluzione islamica, in cui cadde l’ultimo governo dello scià Reza Pahlavi e l’ayatollah Ruhollah Khomeini dichiarò l’Iran una Repubblica islamica.

Nella capitale iraniana, la folla si è riversata soprattutto nella piazza Azadi (Libertà), diventata il simbolo della rivoluzione del 1979, cantando i ricorrenti slogan che invocano “morte all’America”.

Alle manifestazioni, riferisce l’agenzia ufficiale Irna, ha preso parte anche il presidente dell’Iran Hassan Rohani, che si è rivolto alla folla in piazza Azadi con parole dure nei confronti degli Usa: “La presenza del popolo in questa celebrazione prova che i complotti dei nostri nemici sono stati sventati. Non permetteremo agli Stati Uniti di vincere questa guerra”.