Istat, calo dello 0,08%della produzione industrialeper il mese di dicembre

Si tratta della diminuzione tendenziale più accentuata degli ultimi sei anni

Ancora dati economici negativi per l’Italia, che registra la quarta contrazione consecutiva nella produzione industriale. La produzione a dicembre è in calo dello 0,08% rispetto al mese di novembre. Questo è quanto rivela l’Istituto nazionale di statistica.

Su base annua l’indice corretto per gli effetti di calendario risulta in ribasso del 5,5%. Si tratta della diminuzione tendenziale più accentuata dal dicembre del 2012.

Il livello della produzione registra una flessione dell’1,1% rispetto al trimestre precedente. L’indice destagionalizzato mensile mostra invece un lieve aumento congiunturale solo nel comparto dei beni intermedi (+0,1%) e diminuiscono in maniera evidente i beni di consumo (-2,9%) e l’energia (-1,5%).

Gli indici corretti per gli effetti di calendario registrano a dicembre 2018 un’accentuata diminuzione annua per i beni di consumo (-7,2%) e per i beni intermedi (-6,4%), con diminuzioni minori per l’energia (-4,4%) e per i beni strumentali (-3,5%). I principali settori di attività economica registrano invece cadute annue importanti. Le più rilevanti sono quelle dell’industria del legno, della carta e della stampa (-13%), industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-11,1%) e della fabbricazione di articoli in gomma e materie plastiche e altri prodotti della lavorazione di minerali non metalliferi (-7,9%).

In forte calo anche la produzione di autoveicoli a dicembre 2018, che su base tendenziale registra una flessione del -16,6%. Nel totale del 2018 la produzione è invece scesa del 5,9% rispetto al 2017.

“Dopo il punto di massimo di dicembre 2017, in tutti i trimestri del 2018 la produzione ha registrato, al netto della stagionalità, flessioni congiunturali, con un calo più marcato nell’ultimo trimestre. Nonostante questo, nel complesso dell’anno i livelli produttivi risultano in moderata crescita, grazie all’effetto di trascinamento dovuto al positivo andamento dell’anno precedente”, spiega l’Istat.

Rossella Dell'Anno

Rossella Dell’Anno, nata ad Avellino il 06/07/1989. Diplomata nel 2008 al Liceo Linguistico “P.E. Imbriani” di Avellino. Laurea triennale nel 2013 in Lettere e Filosofia, indirizzo moderno, presso “L’Università degli Studi di Napoli L’Orientale”. Laurea magistrale in Editoria e Scrittura nel 2016 presso “La Sapienza”. Dal 2018 iscritta al Master in giornalismo LUMSA.