Operai a lavoro per la ristrutturazione di un'abitazione/Foto Ansa

Istat, nel secondo trimestreil tasso di disoccupazionescende al 7,6%

L'occupazione delle donne italiane è la più bassa in Europa

ROMA – Dati incoraggianti per il mondo del lavoro. Secondo l’Istat nel secondo trimestre dell’anno prosegue la crescita su base annua del numero di occupati, corrispondente a +395 mila lavoratori, ossia +1,7% rispetto al secondo trimestre 2022.  Sempre l’Istat, ha fatto sapere che, nel secondo trimestre dell’anno, il tasso di disoccupazione è sceso al 7,6% andando ad incidere sia sul numero degli inoccupati (-3,2% in tre mesi), che su quello degli inattivi di 15-64 anni, calato al 33,5%.

Un quadro generale in cui l’input di lavoro –  misurato dalle ore lavorate –  e il Pil hanno mostrato “una contrazione in termini congiunturali, pur rimanendo in aumento in termini tendenziali”.

Una nota negativa arriva però dai livelli di occupazione femminile che in Italia risulta inferiore a quello di tutti gli altri paesi dell’Ue. Una realtà preoccupante per l’Istat che sottolinea come nel 2022 il tasso di occupazione sia stato di 13,8 punti inferiore a quello medio europeo, una distanza aumentata rispetto al periodo pre-pandemia.

Beatrice D'Ascenzi

Nata a Roma, mi laureo prima al Dams in Cinema, Televisione e Nuovi media e successivamente mi specializzo in Informazione Editoria e Giornalismo presso l’Università Roma Tre. Amo il cinema, la storia latino-americana e il giornalismo radiofonico, che spero riesca a placare la mia costante necessità di parlare. Di me dicono che sembro uscita da un romanzo di Gabriel García Márquez.