Sì alla Commissione Segreper la lotta al razzismoma il centrodestra non vota

Ebrei romani: pericolosa l'astensione preoccupazione anche dal Vaticano

Il Senato ha dato il via libera alla Commissione straordinaria per la lotta al razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio, proposta dalla senatrice a vita Liliana Segre, che è anche la prima firmataria. La notizia è stata accolta ieri a Palazzo Madama con una standing ovation per la senatrice nominata dal Capo dello Stato nel gennaio del 2018.

Non tutti però hanno votato a favore della mozione proposta dalla senatrice Segre. sono 98 infatti i senatori che si sono astenuti.  Tra questi gli esponenti di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia che hanno ribadito la loro contrarietà nei confronti dell’odio e dell’hate speech. “Non vorremmo che però qualcuno a sinistra spacciasse per razzismo quella che per noi è una convinzione, un diritto, ovverosia il ‘prima gli italiani’”, ha detto Matteo Salvini di fronte all’assemblea.

Sulla questione è intervenuta anche la presidente della Comunità ebraica romana, Ruth Dureghello, che ha parlato di un grande risultato. “Certo sconcerta un po’ l’astensione di alcune forze politiche, una scelta che riteniamo sbagliata e pericolosa” ha continuato. Alle sue parole, ha fatto eco anche il segretario di Stato vaticano, Pietro Parolin: “Su alcune cose, come i valori fondamentali, dovremmo essere tutti uniti”, ha affermato il cardinale.

Mariacristina Ponti

Mariacristina Ponti nasce in Sardegna nel lontano 1992, dopo un diploma al liceo scientifico, decide di conoscere il mondo e di trasferirsi a Padova e, successivamente, a Roma. Le sue passioni sono la politica, il calcio, i nuotatori e la musica indie, ma solo quella vera. E Guccini, ovviamente.