Un'immagine dell'ultimo Verona-Juventus

Juventus ancora nei guaiA rischio Uefa e Serie Aper incongruenze su stipendi

Il titolo crolla del 3% a Piazza Affari Atteso il nuovo cda entro gennaio 2023

Sanzioni, esclusione o “limitazione all’accesso alle competizioni sportive”, come le Coppe e la Serie A. Sono tra i principali rischi che la Vecchia Signora sta correndo dopo lo scandalo sui bilanci che ha travolto il club bianconero. Il quadro emerge dai dati forniti da Deloitte, società inglese di consulenza e revisione, che ha esaminato la Relazione finanziaria della Juventus. Per Deloitte “il bilancio fornisce una rappresentazione veritiera della situazione finanziaria del gruppo al 30 giugno 2022″, ma le incongruenze interessano le manovre sugli stipendi, già al centro dell’inchiesta avviata dalla procura di Torino. Il patrimonio netto, secondo quanto emerso dallo studio, risulta sovrastimato di ben 5 milioni di euro.

La società indaga, inoltre, sui rapporti tra la Juventus e ‘un’altra squadra di calcio’. ”Solo oggi abbiamo ricevuto risposta alle nostre richieste inoltrate a tale società, che evidenzia fatture da emettere nei confronti della Juventus per 3 milioni di euro”, che tuttavia non risultano rilevate nelle registrazioni contabili. “La Direzione della società – continua Deloitte – non è stata in grado di fornirci spiegazioni in merito alla natura di tali partite”, e “non siamo stati in grado di stabilire se fosse necessario apportare eventuali rettifiche al bilancio consolidato al 30 giugno 2022”.

Il club bianconero non ha atteso a replicare alle ultime dichiarazioni. “I rilievi della società di revisione si basano su interpretazioni e applicazioni di regole contabili e giudizi e valutazioni che Juventus non condivide, anche tenuto conto degli ulteriori approfondimenti di natura legale e contabile svolti dalla società sulla base di pareri rilasciati da esperti indipendenti”. La Juventus, quindi, “continuerà a collaborare e cooperare con le autorità di vigilanza e di settore”, ha fatto sapere in un comunicato stampa.

Le conseguenze porterebbero la squadra all’esclusione immediata da tutte le principali competizioni, compresa UEFA e Serie A. Il titolo, intanto, continua a crollare in borsa e proprio oggi l’apertura a Piazza Affari ha registrato un calo del 3,1% ritoccando i minimi raggiunti ieri, quando ha perso il 5,3%. Nel frattempo è stata confermata la data del 18 gennaio per la presentazione del nuovo cda, fissando al 24 dicembre il termine ultimo per presentare le liste.

In foto il team della Juventus

 

 

Giulia Chiara Cortese

Cresciuta tra il Vesuvio e il mare, ora con il cuore diviso tra Napoli e Roma. Sono laureata in Lettere moderne alla Sapienza con una tesi in Filologia della Letteratura italiana. Inseguo da sempre il sogno di diventare una giornalista.