Kenya, ucciso investigatoreda decenni documentava il traffico dell'avorio

La polizia ipotizza una rapina Grazie a lui emanate leggi importanti

Esmond Bradley Martin, uno dei principali investigatori al mondo nel commercio illegale d’avorio è stato ucciso in Kenya. Lo rende noto la BBC. Il corpo è stato trovato dalla moglie con una coltellata al collo nella sua casa a Nairobi, ieri. La polizia sospetta che si sia trattato di una rapina fallita.

Americano di 75 anni, ex inviato speciale Onu per la tutela dei rinoceronti, Bradley Martin era noto per il suo lavoro sotto copertura nel mercato nero dei trafficanti. Bradley Martin, racconta il network inglese, aveva trascorso decenni rischiando la vita per documentare segretamente le vendite illegali di avorio e corni di rinoceronte, viaggiando in Cina, Vietnam e Laos, spacciandosi per compratore e contribuendo a stabilire i prezzi del mercato nero.

Era arrivato per la prima volta in Kenya dagli Stati Uniti negli anni ’70, durante un’impennata nelle uccisioni di elefanti per l’avorio. Il suo lavoro sui mercati illegali della fauna selvatica ha contribuito a spingere la Cina a vietare il commercio di corno di rinoceronte negli anni ’90 e le vendite di avorio, che sono entrate in vigore quest’anno.

Massimiliano Venturini

Collabora dal 2006 con Radio Popolare Verona come conduttore di Impulse Jazz. In parallelo studia le potenzialità del mezzo radiofonico ideando e conducendo Rumori D’Ambiente e Linea di Confine. Nel 2016 entra a far parte della redazione giornalistica per la stessa emittente.