Lazio-Napoli e Roma-Juvetutte all'Olimpico in 24 oreper "colpa" degli Europei

Una strana anomalia, le cui cause sono le scadenze Uefa e il lungo campionato

La Uefa si prende l’Olimpico di Roma. Non è un colpo di Stato calcistico, ma un inevitabile passaggio in vista degli Europei. Nei prossimi due giorni lo stadio delle romane sarà il centro del mondo del pallone, con due sfide a distanza di poche ore nel cuore della Capitale. La Lazio, terza forza del campionato, sfiderà un barcollante Napoli, mentre la Roma di Paulo Fonseca ospiterà la capolista Juventus.

Una strana anomalia, ma per spiegarla è necessario un passo indietro. Tutto nasce la scorsa primavera, quando la Lega Serie A stila le date del nuovo campionato. Ultima giornata il 24 maggio. A soli 19 giorni di distanza dall’Europeo: la richiesta del ct dell’Italia Roberto Mancini di anticipare la fine del torneo non viene ascoltata. La Lega resta ferma. Malumori del commissario tecnico a parte, subentra un problema.

Nell’Europeo itinerante in scena questa estate, la Uefa aveva pensato di far disputare le gare inaugurali all’Olimpico di Roma. Da regolamento, lo stadio capitolino dovrà essere consegnato alla stessa Uefa 25 giorni prima dell’evento, che parte il 12 giugno. L’ultima data del campionato cade proprio nei 25 giorni che precedono l’Europeo. Da qui l’inevitabile decisione: Lazio e Roma dovranno giocare l’ultima di campionato entrambe fuori casa.

Un effetto domino che stravolge il calendario e che ci porta allo scenario del prossimo turno. Le romane entrambe in casa nella stessa giornata, in due gare non facili per la gestione della sicurezza. In poche ore arriveranno a Roma tifosi del Napoli e della Juventus, storicamente rivali. Le squadre sfideranno rispettivamente Lazio e Roma, acerrimi nemici. Coni e Comune lavorano insieme per garantire il sereno svolgimento delle gare, ma dietro le cattedre le dita rimangono incrociate. Se il calendario ha fatto questo scherzo la speranza è che non si trasformi in un disgraziato incastro.

Tommaso Franchi

Tommaso Franchi, nato a Roma il 30/07/1994. Diplomato al liceo classico Virgilio nel 2013. Dottore in Giurisprudenza con laurea conseguita presso l’Università degli studi Roma Tre nel 2018. Collaborazioni con la testata giornalistica Roma Daily News. Dal 2018 iscritto al Master in Giornalismo LUMSA.