Le Pen vola nei sondaggiattacca i giornalistie gli ebrei francesi

Scontri durante il suo comizio a Nantes presi di mira i sostenitori della leader

Marine Le Pen, la donna che spaventa la Francia e l’Europa. La bandiera francese sul palco è già alle sue spalle, la leader del Front National in testa dopo il candidato della destra Francois Fillon; secondo il sondaggio Ifop-Itélé-Paris Match-Sud Radio assegna alla leader della destra populista fra il 26% e il 26,5%.

“Se vinco, stop a doppia cittadinanza per i franco-israeliani”. La Le Pen vuole  afferma inoltre “Israele non fa parte dell’Ue – ha spiegato – e non si considera europeo” . In piena campagna elettorale per le presidenziali, la leader del Front National ha rifiutato di indossare il velo, l’hijab, durante una visita in Libano prima di incontrare il Gran Mufti, la più alta carica religiosa del Paese. Ma in Francia c’è chi sospetta sia solo un’astuta mossa elettorale.

Questa donna cerca di non spaventare, si dichiara favorevole all’aborto, piace alla comunità Lgbt e questa volta potrebbe vincere davvero.
“I media hanno scelto il loro campo, fanno una campagna isterica per il loro favorito Emmanuel Macron” dichiara Le Pen dal palco del teatro di Nantes, durante il comizio di ieri. “Urlano per la libertà di stampa quando li si critica, lamentano di aver perso la fiducia del popolo che si rivolte a internet” ha continuala la leader. Un attacco ai giornalisti giunto a poche ore di distanza dalla decisione di Trump di boicottare la cena con i corrispondenti della Casa Bianca. Come il tycoon, Le Pen è il fantasma del presidente americano che si aggira per l’Europa; discorsi sempre più radicali, inchieste e isolamento politico non la spaventano.

E proprio ieri a Nantes, in vista del comizio della Le Pen, le sue dichiarazioni hanno infuocato la situazione portando a incidenti con i gruppi oppositori. Un fitto lancio di sassi ha preso di mira alcuni pullman di seguaci del Front National che si recavano al comizio della Le Pen. Nessun ferito segnalato, i pompieri sono stati chiamati all’inizio di un incendio. “Presse Ocean”, il giornale locale, parla di almeno due veicoli attaccati da un centinaio di individui con passamontagna.

Nancy Calarco

Nasce a Bologna nel 1993. Frequenta la Facoltà di Giurisprudenza di Bologna, laureandosi in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali. Ha studiato inglese a Toronto ottenendo il certificato linguistico IELTS. Ha svolto l’Erasmus Placement a Londra lavorando per una società di consulenza. Appassionata di libri, viaggi e fotografia, estremamente critica e curiosa.