Le tappe della Brexitdal referendum del 23 giugnoall'attivazione dell'art 50

Oggi inizierà ufficialmente il divorzio da Bruxelles

Oggi inizia il cammino che condurrà la Gran Bretagna all’uscita definitiva dall’Unione Europea. Era il 23 giugno 2016 quando gli elettori inglesi, con un voto favorevole del 51,9%, si pronunciarono per la Brexit.
Il giorno successivo l’ex premier David Cameron, che è stato anche il promotore della consultazione popolare, si dimise dal suo incarico. Da questo annuncio, Theresa May si candida ufficialmente alle primarie del partito conservatore, rimanendo l’unica candidata alla carica di leader. Il 13 luglio May è nominata premier proclamando: “Brexit significa Brexit”. Tre mesi dopo venne dato l’annuncio dell’intenzione di attivare l’articolo 50 e di completare l’uscita dall’Europa entro marzo 2019.
Un gruppo di cittadini, guidato dalla donna d’affari e attivista eurofila Gina Miller, contestò le scelte della premier facendo ricorso all’Alta Corte di Londra per chiedere un passaggio parlamentare rispetto alla fuoriuscita da Bruxelles. La premier May tuttavia il 17 gennaio 2017 varò un piano in 12 punti sul distacco Londra da Bruxelles. A fine gennaio, la Corte Suprema confermò invece in via definitiva l’obbligo dell’iter in aula per la Brexit prima dell’avvio dei negoziati, dando così ragione a Gina Miller.
Il primo febbraio la Camera dei Comuni approvò la legge per l’avvio della Brexit poi ratificata il 13 marzo dalla Camera .

Una procedura che ha visto le contestazioni da parte della Scozia, che propone adesso l’avvio di un secondo referendum di secessione dal Regno Unito, dopo quello perso nel 2014. La premier May ha già espresso il suo diniego per la consultazione che potrebbe portare ad una situazione d’instabilità politica inedita in Gran Bretagna.

Il 16 marzo la regina Elisabetta pone la sua firma sul Royal Assent, legge per varare l’articolo 50 del Trattato di Lisbona
Il 20 marzo il governo britannico annuncia che il 29 marzo il Regno Unito, a 44 anni dal suo ingresso nella Comunica economica europea, procede all’attivazione dell’articolo 50. Il 29 marzo l’uscita definitiva con la consegna della lettera formale della May nelle mani del presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk.

Nancy Calarco

Nasce a Bologna nel 1993. Frequenta la Facoltà di Giurisprudenza di Bologna, laureandosi in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali. Ha studiato inglese a Toronto ottenendo il certificato linguistico IELTS. Ha svolto l’Erasmus Placement a Londra lavorando per una società di consulenza. Appassionata di libri, viaggi e fotografia, estremamente critica e curiosa.