Manovra, Pierre Moscovici: "Confido nel pragmatismodell'Italia sul deficit"

Il commissario Ue si dice contrario all'austerità ma chiede serietà

“Voglio credere che realismo e pragmatismo si affermeranno” nel bilancio italiano, l’Italia deve avere “un bilancio che consenta di ridurre il suo debito pubblico perché se vuoi investire in Italia ci vuole meno debito e più capacità d’investimento e per questo continuo a chiedere finanze pubbliche serie. Sono contro l’austerità ma austerità è una cosa, mancanza di serietà un’altra”. Ha dichiarato il commissario agli Affari economici e monetari, Pierre Moscovici, a margine del vertice dei ministri dell’Economia dell’Unione Europea, a Vienna.

Rispondendo alle domande dei giornalisti, Moscovici ha dichiarato anche che “l’Italia deve ridurre il deficit strutturale”. “Deve farlo come gli altri Paesi della zona euro, ha beneficiato di tutta la flessibilità, noi continuiamo ad avere con lei un dialogo positivo, ma le regole, che non sono stupide perché permettono di ridurre il debito pubblico, sono fatte per tutti” ha sottolineato il commissario.

L’obiettivo, dunque, è che “l’Italia abbia un buon bilancio” che rafforzi la zona euro e le permetta “di fare gli investimenti e la politica che intende fare”.