Mattarella: “Voglio che il Quirinale sia visitabile ogni giorno”

Quirinale_Roma

Presto il Quirinale aprirà le porte al pubblico per non chiuderle più. Una delle prime decisioni del neopresidente della Repubblica è stata quella di disporre che il palazzo del capo dello Stato venga aperto ai visitatori tutti i giorni dell’anno.

«Ci troviamo in un luogo simbolo della cultura e della storia degli italiani»: ha dichiarato Sergio Mattarella, spiegando di voler mantenere vivo il rapporto tra i cittadini e il Quirinale. Finora, le visite al Colle, consentite soltanto in alcune domeniche dell’anno, hanno sempre riscosso un grande successo: sotto la presidenza di Giorgio Napolitano sono state un milione e 200mila le persone entrate nelle bellissime stanze del Quirinale o nei suoi famosi giardini. Oggi Mattarella vuole rispondere all’interesse del pubblico per il Colle ampliando il percorso delle visite ad altre parti del Palazzo e permettendo che nuovi spazi vengano utilizzati per le attività espositive permanenti o temporanee.

La notizia arriva nel giorno in cui, per la prima volta dopo 150 anni, la straordinaria collezione di 20 arazzi commissionata nel 1545 da Cosino I Medici a a Pontormo e a Bronzino, viene riunita proprio al palazzo del Quirinale. Sergio Mattarella sembra voler ricordare come la grande quantità di opere d’arte, arredi, arazzi, decorazioni e architetture di grande pregio presente nei palazzi della politica appartengano agli italiani e che proprio gli italiani debbono poterne godere. Difatti il Presidente ha tenuto a sottolineare che il Quirinale, nonostante sia il luogo dove il capo dello Stato vive e lavora è anche “la casa degli italiani”: parole che forse sapranno avvicinare i cittadini all’istituzione più alta della Repubblica.

Corinna Spirito

Corinna Spirito

Nata a Roma nel 1990, da sempre appassionata di giornalismo e cinema, è dottoressa in Scienze della comunicazione da ottobre 2012. Nel 2011 vince una borsa di studio Erasmus per un semestre in Svezia. Dal 2009 al 2012 collabora alla redazione di Prima che sia tardi, l’approfondimento cinematografico di Radio Meridiano 12; da maggio 2012 è redattrice e web editor per la testata online www.ecodelcinema.com e da gennaio 2013 tiene una rubrica per I Cinemaniaci sulla web radio www.yradio.it.