LeBron James durante la partita disputata tra i Lakers e i Clippers / Foto Ansa

LeBron James dei recordIl campione Nba è vicinoai 40mila punti in carriera

Può infrangere una soglia mai superata Lakers vincono il derby di Los Angeles

ROMA –  LeBron James, uomo dei record, è a un passo dal raggiungere un obiettivo storico: conto alla rovescia per il fuoriclasse dei Lakers che è a -9 dai 40.000 punti realizzati nella regular season, soglia che nessun giocatore è mai riuscito a superare. King James, 39 anni e il desiderio di scrivere ancora molte pagine del libro della sua leggendaria carriera.

Nel pieno della sua ventunesima stagione in Nba, il campione ha ottime possibilità di superare i 40 mila punti il 3 marzo, alle 02:30 ora italiana, durante la sfida di campionato contro i Denver Nuggets. Non il primo record per the chosen one (il prescelto) che, nel corso di due decenni di carriera tra Cleveland Cavaliers, Miami Heat e Los Angeles Lakers, è diventato il leader della classifica marcatori all time sia in regular season che nei playoff. LeBron, dunque, ha ancora molto da dare. Solo a febbraio 2023 era riuscito a superare i 38.390 punti della leggenda Kareem Abdul-Jabbar, stabilendo l’ennesimo record. Eppure la sua voglia di dominare indiscusso il panorama del basket sembra non volersi arrestare.

Ennesimo record

Non è il primo record, e probabilmente neanche l’ultimo, per LeBron. Solo pochi giocatori sono riusciti a disputare ben 21 stagioni nella lega di basket più prestigiosa del mondo, incluso il leggendario numero 23 gialloviola. Prima di lui solo Kevin Willis e Robert Parish avevano raggiunto questo traguardo, insieme a Dirk Nowitzki, Kevin Garnett e Vince Carter. Con il desiderio di giocare almeno una stagione insieme a suo figlio Bronny, LeBron potrebbe persino superare Carter come il secondo giocatore a raggiungere le 22 stagioni consecutive e forse diventare il primo a raggiungere la straordinaria cifra di 23 anni in Nba.

Lakers vs Clippers

Intanto, nella notte italiana si è disputato l’attesissimo derby di Los Angeles. Un destino che sembrava segnato nel 3° quarto, con i Clippers avanti anche di 21 lunghezze. Un punteggio di 98-77, i Lakers in una situazione particolarmente difficile e i Clippers nel pieno controllo del gioco. LeBron, che dall’inizio del match era apparso tutto sommato mediocre per i suoi standard, ha preso le redini della partita, rimescolando le carte in tavola. Al principio del 4° quarto ha avuto inizio l’incredibile show: il Re ha battuto da solo i Clippers, segnando 19 punti nel 4° quarto contro i 16 complessivi degli avversari, chiudendo poi a quota 34 con anche 8 assist e 6 rimbalzi e tirando con uno strabiliante 7/12 da tre.

Martina Vivani

Nata a Roma nel '96, sono laureata in Lettere Moderne ed Editoria e scrittura. Guidata da un forte interesse per il mondo della comunicazione, sogno di poter diventare giornalista professionista.