epa08040417 US President Donald J. Trump disembarks from Air Force One upon arrival for a NATO Summit, at Stansted Airport in London, Britain, 02 December 2019. NATO countries' heads of states and governments gather in London for a two-day meeting. EPA/ANDY RAIN *** Local Caption *** 54486492

La Francia e la digital taxTrump minaccia sanzionisui beni importati negli Usa

Se le aziende americane saranno tassate il tycoon promette dazi fino al 100%

Se la Francia andrà avanti con la digital tax ai danni dei giganti americani del web, come Facebook, Google e Amazon, da gennaio i prodotti transalpini esportati negli Stati Uniti subiranno dazi fino al 100%. Un valore di quasi due miliardi e mezzo di dollari. È questa la minaccia che il presidente degli Stati Uniti Donald Trump rivolge ai francesi, alla vigilia del summit della Nato a Londra al quale prenderanno parte tutti i principali leader internazionali, in occasione del settantesimo anniversario dell’organizzazione.

Per Washington la digital tax è discriminatoria nei confronti delle società statunitensi e quindi, senza una soluzione vantaggiosa per entrambe le parti entro il 14 gennaio, scatteranno contro Parigi i dazi su beni di lusso come borse e champagne. La riposta dei transalpini non è tardata ad arrivare: il ministro dell’economia Bruno Le Maire ha infatti definito “inaccettabili” le minacce e ha avvertito gli Stati Uniti che l’Unione Europea potrebbe rispondere con forza.

Robert Lighthizer, il rappresentante Usa al commercio, fa inoltre sapere che le rappresaglie potrebbero coinvolgere anche altri Stati, come l’Austria, la Turchia e l’Italia. In quest’ultimo caso alcuni prodotti del “made in Italy”, come la mozzarella e il parmigiano, sono già stati colpiti da tariffe del 25% negli scorsi mesi; una decisione vista come una ingiustizia da parte del governo italiano. La situazione ha creato alcune tensioni anche durante la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla Casa Bianca lo scorso ottobre.

Ma una soluzione potrebbe arrivare e scongiurare il concretizzarsi dell’annuncio dagli Stati Uniti: nelle prossime ore Trump incontrerà il presidente francese Emmanuel Macron, mentre a margine del vertice Nato è previsto un colloquio tra il tycoon e il premier Giuseppe Conte.

Francesco Muccino

Nato a Roma nel 1991, sono laureato in Scienze della Comunicazione. Di carattere altruista ed amante della scrittura, sono da sempre interessato all’ambito giornalistico e partecipo al Master della Lumsa per comprendere meglio quale potrà essere il mio percorso di vita.