Papa alla Fao: impegno per debellare fame e sete nel mondo

papa faoPovertà, fame nel mondo, ottimizzazione delle risorse, cambiamenti climatici e accesso all’acqua. Questi i punti fondamentali del discorso fatto questa mattina da papa Francesco in visita alla Fao. “Dobbiamo rispondere all’imperativo che l’accesso al cibo necessario è diritto per tutti – ha detto il Pontefice – e i diritti non consentono esclusioni”. La povertà non è solo un problema sociale nei singoli paesi ma un “problema strutturale” del mondo che deve essere affrontato come una vera e propria priorità. Francesco ha ribadito la necessità di “assumere con più decisione l’impegno di modificare gli stili di vita, di razionalizzare le risorse”. Un appello è stato rivolto proprio ai membri della Fao spinti a “proseguire nella decentralizzazione e a capire i bisogni della gente che è chiamata a servire”. Per combattere la povertà, per il Pontefice, non bastano le politiche sociali ma occorre “la volontà di assumersi impegni vincolanti” anche se possono sembrare impopolari. Altro tema centrale quello dell’acqua, “simbolo di vita”. L’organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura dovrebbe “garantire oggi e in futuro che tutti possano accedere all’acqua chiedendo anche di fermare l’accaparramento della terra che parte dalle multinazionali”.

Cesare Bifulco

Cesare Bifulco

Classe ’83. Campano di nascita, romano d’adozione. Ha collaborato con Telemaco, iFrame e Plays. Ama il mare, la vela e i Balcani. E' sub e attualmente praticante giornalista presso Lumsa News.