Soltanto artisti italianitra gli album più vendutiAl primo posto Marracash

Sfera Ebbasta e tha Supreme sul podio La hit estiva "Karaoke" miglior singolo

“Persona” di Marracash, quattro volte disco di Platino, è l’album più venduto del 2020. L’album del cantante milanese uscito a fine 2019 è seguito da “Famoso” di Sfera Ebbasta e poi da “23 6451” di tha Supreme, secondo la classifica annuale di Top Of The Music Fimi/GfK.  Una top ten per la prima volta dopo anni interamente italiana, con il genere trap che primeggia nelle prime sei posizioni, Ghali infatti, è quarto con “Dna”, seguito da Gué Pequeno con “Mr. Fini”, e da Ernia con il disco “Gemelli”. Chiude la classifica Tedua con “Vita Vera”, mixtape che si posiziona al decimo posto.

Oltre a Persona, sono altri tre gli album pubblicati nel 2019 ad essere presenti nella classifica (23 6451 di tha Supreme, “Accetto Miracoli” di Tiziano Ferro e la versione aggiornata post-Sanremo di “Fuori dall’hype” dei Pinguini Tattici Nucleari, rispettivamente al terzo, settimo e ottavo posto), segno dei lockdown e degli stop forzati di questi mesi.

La classifica dei singoli è dominata da tre hit estive interamente nazionali: è infatti “Karaoke” di Boomdabash & Alessandra Amoroso a conquistare il primo posto. La seconda posizione spetta a Rocco Hunt & Ana Mena con “A un passo dalla luna”, seguiti da “Mediterranea” di Irama. La trap non molla, con a seguire “Superclassico” di Ernia, “Good times” di Ghali, “M’ manc” di Shablo, Geolier & Sfera Ebbasta e “Chico” di Gué Pequeno, Rose Villain & Luchè, che si piazza decimo.

“The dark side of the moon” dei Pink Floyd resta primo nella chart Vinili. Al secondo posto c’è “Famoso” di Sfera Ebbasta, mentre chiude il podio “Power up” degli Ac/Dc. Doppio piazzamento per i Queen con “Greatest Hits I”, quarto, e “Bohemian Rhapsody”, nono.

Secondo i dati GfK nelle ultime settimane del 2020 in generale lo streaming è arrivato a sfiorare il miliardo di ascolti alla settimana: un record storico. Il lockdown ha frenato la vendita delle copie fisiche, che dopo mesi di declino chiudono con una flessione del 27,8%.

Antonio Contu

Nasco a Cagliari il 19/09/1996. Ho conseguito la maturità classica nella mia città e successivamente ho preso un volo di sola andata verso Roma per la laurea triennale. Curioso fin da bambino, le mie prime parole sono state "che cos'è?", sono da sempre appassionato al mondo giornalistico, soprattutto quello moderno. Amo scrivere e parlare di calcio. Da novembre 2020 frequento il Master in Giornalismo della Lumsa.